Dopo diverse, complesse e articolate trattative i partiti del Spd, della Cdu e della Csu sono finalmente riusciti a raggiungere un accordo per costituire una nuova Grossa Coalizione nel Parlamento tedesco. Grazie a questa importante decisione Politica, Angela Merkel riuscirà finalmente a governare per altri 4 anni. Le reazioni da parte della stampa locale sono state molteplici e piuttosto interessanti da un punto di vista sia politico ma anche giornalistico. Per esempio, Julian Reichelt della rinomata testata Bild, ha ammesso che è stato finalmente istituito un governo socialdemocratico sotto la guida di un cancelliere della Cdu.

Il politologo Mark Kayser dell’importante Hertie School of Governance di Berlino ha invece dichiarato che questa recente scelta può considerarsi una grande vittoria per Martin Schultz, ma nonostante ciò molti giovani membri e sostenitori dei socialdemocratici non condividono affatto questa alleanza con la merkel. Nonostante questi disguidi interni, lo stesso Schultz è riuscito ad ottenere una buona posizione nel nuovo esecutivo, dato che il Ministero delle Finanze e quello degli Esteri sono stati assegnati al suo partito.

La spartizione dei diversi ministeri e il ruolo di Schultz

Un altro partito che è riuscito ad ottenere dei buoni vantaggi dopo la costituzione della Grossa Coalizione è invece la Csu, la quale è riuscita a farsi assegnare alcuni ministeri molto rilevanti come quello dei Trasporti.

È abbastanza evidente che la Merkel ha intenzione di lavorare in diverse direzioni. In primo luogo, ella intende aumentare le aperture nei confronti dell’Europa grazie al sostegno di Schultz e all’intenzione di allacciare più frequentemente dialoghi con il Presidente francese Macron. Successivamente, ella vuole anche imporre alcuni limiti per frenare il costante arrivo di immigrati e clandestini istituendo un limite massimo di 200 mila richieste d’accettazione d’asilo politico.

Secondo alcuni politologi, potrebbero manifestarsi alcuni attriti tra Spd e Csu in materia d’immigrazione e tutto ciò potrebbe portare ad una fine anticipata del Governo. Per evitare il verificarsi di questa possibilità, i leader dei tre partiti hanno cercato in ogni modo di discutere il più ampiamente possibile per poter raggiungere delle intese condivise sul programma.

Il programma di Governo

È abbastanza evidente che la costituzione di una Grossa Coalizione avrà degli effetti molto evidenti nei confronti della politica Italiana ed Europea. Infatti, è abbastanza risaputo che Schultz sia un politico decisamente intenzionato a garantire la stabilità dell’Unione senza penalizzare nessuna nazione. Inoltre, il programma politico appena approvato è ricco di molti punti decisamente interessanti e piuttosto critici per mantenere la stabilità dell’Eurozona. Per esempio, saranno stanziati maggiori investimenti a livello europeo, ponendo così fine alla stagione dell’austerity e dei continui tagli alla spesa pubblica. Successivamente, un altro punto molto importante è l’introduzione di un sistema di tassazione trasparente ed equo per quanto riguarda le grandi multinazionali come Google, Apple, Facebook ed Amazon.

Infine, è previsto lo stanziamento di ingenti somme per quanto riguarda l’Istruzione, la Ricerca e la digitalizzazione della Germania. Infatti, l’obiettivo principale del futuro governo sarà quello di riuscire a portare la banda larga all’interno di tutto il territorio tedesco entro il 2025 senza escludere le aree meno urbanizzate e di stampo rurale.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!