In Francia è stata rieletta con grande successo e per la terza volta Marine Le Pen come presidente del partito sovranista e di estrema destra Front National. Quest’ultima dopo l’elezione interna ha ovviamente colto l’occasione per esprimere la sua grande gioia. Inoltre, ha anche citato come punto di riferimento i recenti risultati delle elezioni in Italia, le quali hanno visto il tracollo netto di Renzi e degli europeisti e il grande trionfo degli euroscettici come Matteo Salvini.

Pubblicità
Pubblicità

Questa rielezione era nel complesso abbastanza pronosticabile ed è stata contraddistinta dal 100% dei consensi da parte dei membri del partito e solamente il 2,87% di schede nulle. Inoltre, dopo questa fase, il padre di Marine Le Pen, ovvero Jean-Marie, è stato estromesso dalla carica di presidente onorario in seguito alle sue recenti e frequenti dichiarazioni antisemite e diverse polemiche sulla Shoah.

Pubblicità

Inoltre, la figlia ha anche proposto un nuovo statuto e un cambio di nome della formazione Politica da Front National a Rassemblement National. Nel complesso, è abbastanza evidente che la leader sia alla ricerca di un grande rinnovamento con un taglio netto con il passato.

I commenti sulle elezioni italiane

Il risultato del voto è stato annunciato da parte del vicepresidente del partito, ovvero Jean-Francois Jalkh, nel corso della seconda giornata dello storico congresso, il quale ha visto il coinvolgimento di diversi militanti provenienti da molte parti della Francia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Successivamente, la Le Pen ha ribadito la sua intenzione di rilanciare il partito e di cancellare la parola “Front” dal suo nome. Inoltre, ha espresso una serie di pareri molto interessanti in merito alle recenti elezioni italiane. In primo luogo, ha affermato che Renzi circa 4 anni fa entrò in politica con la grande volontà di favorire delle politiche piuttosto europeiste e vicine alla Merkel. Inoltre ha aggiunto che nonostante i suoi sforzi ha perso platealmente consenso, mentre contemporaneamente i partiti euroscettici come la Lega di Salvini hanno ottenuto un ottimo risultato elettorale.

In seguito, ha ammesso che secondo lei è necessario cambiare la legge elettorale francese basata sul maggioritario e introdurne una nuova basata sul proporzionale, ispirandosi al modello italiano. Infine, ha dichiarato che il futuro della politica è basato sui partiti nazionalisti e contro l’Unione Europea, in quanto rappresentano l’unica e definitiva via di uscita da questa complessa situazione di crisi economica.

Pubblicità

Gli interventi di Alliot e Steve Bannon

A questo storico congresso ha anche partecipato Steve Bannon, ex-stratega di Donald Trump nel corso delle elezioni del 2016. La sua presenza è stata annunciata da parte di Louise Alliot, uno dei dirigenti più importanti del Front National. Quest’ultimo ha ammesso che lo stesso Bannon può essere considerato il vero rifiuto dell’establishment globalista sulla falsariga di Salvini e Trump.

Pubblicità

Inoltre, Bannon è stato anche protagonista di un importante intervento nel quale ha affermato che è importante seguire l’attuale esempio del Movimento 5 Stelle e della Lega per poter assicurare un futuro prospero al Front National. Inoltre, egli ha dichiarato che apprezza profondamente Salvini, in quanto lo considera un politico decisamente vicino agli interessi del popolo. Successivamente, ha sottolineato che il Front National ha grandi possibilità di poter vincere in futuro le elezioni francesi, andando a sbaragliare l’avversario politico Macron.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto