Recentemente l'istituto Tecnè ha realizzato un sondaggio sullo stato attuale dell'elettorato italiano. L'intesa Movimento 5 Stelle - Lega trova un largo consenso, sia tra gli elettori delle due forze politiche in questione, che tra i sostenitori di Forza Italia e PD! Ad oggi per l'istituto il 56% dei votanti Movimento 5 Stelle appoggia l'asse M5S-Lega, come anche il 55% dei sostenitori della Lega.

Pubblicità
Pubblicità

L'accordo non dispiacerebbe neanche al 18% degli elettori di Forza Italia e al 10% di quelli di Dem. Per ovvi motivi una larga fetta degli elettori del PD auspicherebbe un "governo tecnico" (il 39%), mentre quelli dei Dem vorrebbero un'alleanza con il M5S (il 34%).

Se si votasse oggi

Le intenzioni di voto riportano una realtà alquanto nota a tutti: entrambe le forze politiche uscite dominatrici dalle ultime elezioni del 4 marzo 2018 incrementerebbero le loro percentuali di voto, arrivando rispettivamente al 34% il Movimento 5 Stelle e quasi al 20% la Lega di Salvini. L'istituto Tecnè non evidenzia (come altri hanno riportato) un calo critico degli elettori del Partito Democratico e di Forza Italia, se non un leggero calo.

Pubblicità

Se le urne si aprissero domattina, il partito di Silvio Berlusconi prenderebbe - sempre secondo Tecnè - il 13,2%, invece i Democratici arriverebbero al 18,5% circa, Fratelli d'Italia al 3,9%, Liberi e Uguali al 2,4% e +Europa all'1,9%. Infine al 34,1% si piazzerebbero gli indecisi e gli astenuti.

Decisamente importante questo sondaggio, in quanto ci troviamo a ridosso del secondo round delle consultazioni, che puntano alla formazione di un nuovo governo, il prima possibile.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini

Si potrebbe generalizzare e arrivare alla conclusione che i grandi partiti tradizionali procedono nel loro momento di crisi, ma ad oggi resta molto difficile guardare ai due partiti predominanti ancora come due forze anti-politica, dato la larga operosità nelle camere, da anni, e data la loro recente attitudine a inscenare movimenti e azioni che rientrano totalmente nel modus operandi della politica stessa.

Intanto il capo dello Stato Sergio Mattarella ha concesso alcuni giorni alle forze politiche per dialogare, e da alcune fonti vicine al colle, viene riferita la volontà di trovare la formula per un esecutivo, anche prendendo più tempo se necessario, ma a patto di arrivare in estate al prossimo consiglio europeo con un governo che abbia forti numeri per governare stabilmente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto