La notizia della bomba esplosa nella notte tra il 15 e il 16 gennaio all’ingresso della notissima Pizzeria Sorbillo di Napoli ha fatto il giro del mondo in pochissimi minuti. Il locale di proprietà di Gino Sorbillo, infatti, rappresenta la faccia pulita del capoluogo partenopeo, il volto di quella Napoli che non si vuole arrendere al cliché di una città dominata dalla criminalità e dalla camorra. Il proprietario, pur non spiegando i motivi dell’attentato che ha rischiato di uccidere la guardia giurata che si trovava all’interno del locale situato in via dei Tribunali, in pieno centro storico, ha promesso l’immediata riapertura della pizzeria.

Pubblicità
Pubblicità

Al suo fianco, oltre alle istituzioni, si sono subito schierati i social network che, insieme alla solidarietà, hanno espresso rabbia, soprattutto nei confronti del ministro dell’Interno leghista, Matteo Salvini, accusato di pensare troppo agli immigrati e poco alla mafia di casa nostra.

Su Twitter spopola l’hashtag Sorbillo

La bomba che ha devastato l’ingresso della pizzeria Sorbillo è arrivata a poche ore dall’inizio delle celebrazioni della Giornata del pizzaiolo, fissate per il 17 gennaio.

Pubblicità

Anche se l’attentato non sembra legato a questo evento, bensì al mancato pagamento del pizzo alla camorra (il locale di Gino Sorbillo venne già incendiato alcuni anni fa), la notizia è divenuta subito virale, vista la notorietà acquisita dalla pizza di Sorbillo, preparata secondo la ricetta originale partenopea.

Tra i tweet di solidarietà più cliccati ne proponiamo solo i più significativi. “Solidarietà a Sorbillo, una bomba è esplosa davanti alla sua pizzeria in via dei Tribunali, centro storico di Napoli - scrive una certa Fracesca - nel dubbio gridiamolo forte: la camorra è una montagna di mer..”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini

A farle eco è Elia Canino che non vede l’ora di “tornare a Napoli per mangiare la pizza da Gino Sorbillo che stanotte è stato vittima di un attentato”. Ma le manifestazioni di stima e solidarietà nei confronti dell’ex carabiniere non si contano.

Le accuse a Matteo Salvini: ‘Strano questo silenzio’

È vero che, nel momento in cui scriviamo, a poche ore dall’attentato alla pizzeria Sorbillo, il leader leghista Matteo Salvini, di solito molto loquace sui social network, non ha ancora postato un suo pensiero solidale nei confronti di Gino Sorbillo.

Probabilmente arriverà presto, ma intanto i cinguettii contro il ministro dell’Interno si moltiplicano. “S’è fatta ‘na certa e Salvini non ha ancora espresso la sua solidarietà ai lavoratori della pizzeria Sorbillo. Strano questo silenzio quando ci sono di mezzo dei carboidrati”, ironizza Maria Cafagna. “Vile attentato a Sorbillo. Ora ci aspettiamo 300 tweet dal ministro”, attacca invece Tony Filoni.

Pubblicità

“La vera emergenza del paese è l'italianissima criminalità organizzata - affonda il colpo Elisa facendo riferimento all’immigrazione - non 50 disgraziati che scappano dalla guerra. E forse è proprio per questo che al pagliaccio dell'interno non interessa. Sono loro gli italiani da proteggere?”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto