C'è ancora una volta la politica economica del governo al centro della diatriba che, nel corso della trasmissione Piazza Pulita, ha visto coinvolti l'economista Giulio Sapelli e il conduttore della trasmissione di La 7 Corrado Formigli. Un confronto piuttosto aspro in cui l'economista non ha mancato di tirare frecciate abbastanza dirette nei confronti del conduttore.

Si parla di possibile aumento dell'Iva

Sapelli, al tempo della formazione del governo Lega-Movimento Cinque Stelle, era ritenuto uno dei possibili nomi che avrebbero potuto trovare spazio nella squadra di Giuseppe Conte.

Pubblicità
Pubblicità

La storia racconta che così non è andata, ma si tratta pur sempre di un influente economista che, non a caso, è stato invitato a Piazza Pulita per fornire la sua opinione in merito allo scenario politico-economico che potrebbe delinearsi nel prossimo futuro. Com'è noto, da tempo, nelle manovre finanziarie dell'Italia sono state introdotte le cosiddette "clausole di salvaguardia". Si tratta di misure attraverso cui si può predisporre l'aumento dell'Iva e ottenere delle coperture che possano in qualche modo evitare l'aumento del debito pubblico.

Pubblicità

Uno scenario che, naturalmente, si preferirebbe scongiurare, considerato che scatenerebbe un effetto domino destinato ad aumentare sensibilmente l'esborso fiscale per famiglie e imprese italiane che troverebbero traccia della lievitazione dell'imposta praticamente in ogni ambito della vita.

Sapelli attacca Formigli

La domanda che Corrado Formigli rivolge a Giulio Sapelli è un parere sul fatto che l'eventuale aumento dell'Iva rappresenterebbe un disastro per l'economia italiana.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

Il quesito viene rafforzato, tra l'altro, dalla menzione riservata a quella che sarebbe una posizione, in merito, particolarmente possibilista da parte dell'attuale Ministro dell'Economia Giovanni Tria. La domanda sembra infastidire Sapelli che risponde stizzito: "Scusi. Ma no. Abbia pazienza. Se lei vuole fare dei flash, dell'avanspettacolo continuiamo così. Chiaramente non è positivo perché diminuisce i consumi, però abbiamo la camicia di forza del fiscal compact".

Le domande incalzanti di Formigli conducono ad altre risposte: "Dovremo aumentare l'Iva se non vogliamo che l'Europa ci richiami. Io non lo so se verrà aumentata. Spero aumentino il deficit, perché la Francia e la Germania avranno il 3 e il 3,5%". A quel punto il conduttore replica alla frecciata che era arrivata prima: "Le battute sul'avanspettacolo se le può anche tenere". Sapelli ribatte e ad un certo punto si lascia andare ad un "Si metta una giacca" rivolto a Formigli che conduce sempre in maniche di camicia.

Pubblicità

"Se la tolga lei" tuona il giornalista.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto