Ormai si avvicina sempre di più il momento dell'attesissima conferenza stampa convocata dal premier Giuseppe Conte. Alle 18:15 infatti, anche in diretta streaming su Facebook, il numero uno dell'Esecutivo Lega - Cinque Stelle dirà "cose importanti" ai giornalisti. Secondo alcune fonti di informazione, come ad esempio Repubblica, questa sarà la settimana decisiva per il governo. Infatti se il Carroccio e i pentastellati continueranno a litigare e rimanere fermi sulle loro posizioni Giuseppe Conte sarebbe pronto anche a farsi da parte, ovvero a rassegnare le proprie dimissioni, con tutte le conseguenze del caso.

Il premier chiederà anche chiarimenti sullo sblocca - cantieri.

Situazione sulla via di non ritorno

La frattura che si è creata tra il partito di Matteo Salvini e quello di Luigi Di Maio è ormai, forse, quasi insanabile. Ieri durante la Festa della Repubblica i due si sono stretti la mano, ma la tensione nell'Esecutivo non è affatto finita. Proprio nelle scorse ore, come si ricorderà, c'è stato il caso della lettera arrivata dalla UE, con la quale la Commissione chiede chiarimenti sull'aumento del debito italiano tra il 2017 e il 2018. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, aveva già preparato una risposta in un'altra, il cui contenuto (non nella sua interezza) è stato fatto circolare sulla stampa a sua insaputa.

Ciò ha portato Tria a fare un esposto alla Procura. Per il premier è necessario ritrovare la fiducia che ha portato il governo giallo-verde a durare fino ad ora, e infatti proprio nella giornata odierna questo Esecutivo celebra un anno. Ancora ovviamente non si conoscono gli argomenti che il premier affronterà nel suo discorso di questo pomeriggio.

Alle 17:30 si terrà intanto una riunione a Palazzo Chigi per discutere sullo sblocca - cantieri, riunione alla quale parteciperà anche Conte.

Conferenza avverrà quando le borse saranno chiuse

Conte terrà il suo discorso, che non si esclude possa essere anche l'ultimo da premier, quando ormai le borse saranno chiuse. Questo infatti permetterà ai mercati di attutire l'eventuale colpo che potrebbe arrivare post conferenza, ovvero se il premier dovesse dimettersi.

Ovviamente su questo non ci sono certezze, e si devono aspettare le 18:15 di oggi per sapere come vada a finire la questione. Certo, la situazione non è assolutamente rosea. Non è detto che Lega e Cinque Stelle non raggiungano un accordo, e infatti proprio il ministro Gian Marco Centinaio si augura che Conte riesca a fare il miracolo. Lo stesso Centinaio ha ribadito che da parte della Lega c'è la massima collaborazione, ma se la situazione non si dovesse sbloccare tornare al voto sarebbe l'unica strada percorribile.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Lega
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!