La Sea Watch ha scelto di non rispettare le norme e di varcare il confine delle acque nazionali italiane, noncurante di quelli che potrebbero essere i provvedimenti che saranno presi dall'Italia. In attesa di capire come si dirimerà la questione iniziano a fioccare le reazioni politiche su quanto sta accadendo. Particolarmente duro è stato, in tal senso, l'intervento di Giorgia Meloni che, attraverso il suo profilo Facebook, ha voluto dire la propria opinione e sembra invitare il governo ad usare il pugno duro contro i responsabili dell'accaduto.

Anche la Corte di Strasburgo stava con l'Italia

La nave Sea Watch 3, per iniziativa della comandante, ha scelto di violare il blocco imposto dall'Italia che, com'è noto e per volontà del governo, non vuole accogliere le Ong nei propri porti. Una scelta che si baserebbe essenzialmente sulla palesata impossibilità di farsi carico di tutti i migranti presenti nel Mediterraneo e volta a indurre le imbarcazioni che pattugliano il Mediterraneo a fare rotta verso altri porti: europei o libici.

Molto spesso navi come la Sea Watch ritengono che Tripoli o altre destinazioni non possano essere considerate il primo porto sicuro a cui dovrebbero rivolgersi secondo il diritto navale. Un punto di vista che non è condiviso da Salvini che, da tempo, rivendica di aver formato la Guardia Costiera libica per salvare migranti nel mare, dandogli anche dei mezzi, al punto da rendere quasi inutile l'intervento delle Ong che, invece, secondo il leader della Lega, sarebbero espressione di qualche tipo di potere forte occulto che ha interesse a incentivare i flussi migratori.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

La Sea Watch, contestando la scelta dell'Italia, aveva fatto ricorso alla Corte dei Diritti Umani di Strasburgo affinché venisse intimato a Roma di dare accesso ai propri porti alla nave. Il ricorso ha dato ragione al governo italiano, per cui la nave ha scelto di forzare il blocco e fare rotta verso l'Italia facendo andare su tutte le furie Giorgia Meloni.

Sea Watch: per Giorgia Meloni va affondata

Giorgia Meloni con un video ha voluto manifestare la sua opinione, parlando della Sea Watch che avrebbe come obiettivo preciso quello di far entrare oltre quaranta clandestini in Italia. L'invito della leader di Forza Italia è quello di usare il pugno duro: "Mi aspetto che il governo faccia rispettare le regole che le Ong pensano di poter violare.

La Sea Watch deve essere sequestrata, l'equipaggio deve essere arrestato, che gli immigrati che sono a bordo devono essere fatti sbarcare e rimpatriati immediatamente. La nave deve essere affondata come le navi che non rispettano il diritto internazionale".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto