Elena Murelli, deputato dalla Lega, è stata protagonista di un attacco alla maggioranza nel suo intervento alla Camera. Le parole utilizzate dall'esponente del Carroccio per l'affondo politico nei confronti di Pd, Leu e M5s hanno generato una reazione piccata da parte della maggioranza.

Coronavirus: immigrazione sempre al centro del tema

Il tema è sempre il coronavirus. Elena Murelli ha ricordato una serie di circostanze generate dall'emergenza e su cui la sua critica nei confronti del governo è stata tutt'altro che velata. Dai bonus da 600 euro definiti "elemosina" alla menzione della "potenza di fuoco" per aiuti non arrivati come ci si aspettava.

Il duro attacco nei confronti della maggioranza arriva, però, sul tema immigrazione. Il mancato opportuno controllo sui flussi, secondo la leghista, sarebbe oggi un dato che mette nuovamente in pericolo i cittadini. Lettura di parte di una situazione dove comunque il governo ha predisposto, quantomeno per gli sbarchi censiti, protocolli di sicurezza, isolamento e quarantena per chi arriva sulle coste italiane. Le parole di Elena Murelli suscitano la disapprovazione da parte della maggioranza e, non a caso, pian piano i brusii di dissenso si fanno via via più intensi in sottofondo.

Coronvirus: Murelli contesta mancanza di programmi

Quello che, però, fa andare su tutte le furie quanti si sentono attaccati da Elena Murelli è la presunta speculazione che si starebbe facendo sulla situazione.

"Siccome - evidenzia - stiamo uscendo da questa situazione d'emergenza e non sapete come mantenere la poltrona, allora importate il Covid". Una parte dell'opposizione ritiene che il mantenimento di una fase emergenziale non dia spazio a scossoni che potrebbero alterare gli equilibri fragili della maggioranza.

Soprattutto in Senato, come è noto, ci sono margini risicati sotto il profilo dei rappresentanti che fanno capo al governo. Ciò che, però, fa offendere gli esponenti di Pd, Leu e M5s è il pensiero dietrologico secondo cui starebbero provando a non fermare il coroanvirus, per dare seguito ai propri obiettivi politici.

Elena Murelli, tra l'altro, ricorda una serie di casi in cui si è assistito a fughe di migranti o a focolai sorti in centri d'accoglienza per avvalorare il suo sospetto. Circostanze che, secondo la leghista, denoterebbero l'irresponsabiltià del governo. "Abbiamo letto - ha incalzato la leghista - che l'Italia è l'unico paese europeo a non avere ancora presentato il programma nazionale delle riforme per fronteggiare l'epidemia. Ma dove volete andare se non avete un programma?". Nel frattempo diversi esponenti dei tre partiti citati avevano già lasciato l'aula.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Lega Nord
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!