Prosegue la discussione Politica e mediatica sull’utilità del Mes (Meccanismo europeo di stabilità). Il governo italiano dovrà presto decidere se accettare i fondi del cosiddetto Mes sanitario, strumento finanziario messo a disposizione dall’Ue per i suoi Stati membri.

Dibattito infuocato sul tema anche durante L’aria che tira, talk show di La7 condotto da Myrta Merlino. Nella puntata del 3 dicembre, i giornalisti Maria Giovanna Maglie e Alan Friedman si scambiano accuse a vicenda di dire “fuffa” sull’argomento.

Friedman accusa Maglie: ‘Fuffa’ quello che dici sul Mes

“Lo vedo affranto Alan”, commenta l’espressione del volto di Friedman la conduttrice Myrta Merlino.

“Sarà anche affranto, ma sono affranta io all’idea che noi firmiamo in bianco condizioni che ci portano a perdere posizioni di valore dei nostri titoli di Stato”, è la replica piccata di Maria Giovanna Maglie. “È fuffa, tutto fuffa questo, diciamo le cose come stanno”, insiste però il collega statunitense. “Perché è fuffa quella che dico io e non è fuffa quella che dici tu, Alan? Parliamo in termini di rispetto delle opinioni”, risponde a tono Maglie, ma i due si parlano uno sopra l’altra senza darsi retta.

Maglie: ‘Mes aiuta solo Francia e Germania’

“Sei d’accordo che è bene rafforzare la stabilità europea? È una domanda. Sei a favore della stabilità finanziaria europea?”, prova a farsi ascoltare Friedman. “Vorrei dire un’altra cosa sul Mes sanitario, se posso”, prosegue però Maglie.

“Facciamo uno alla volta, Maria Giovanna scusa fammi sentire il parere di Friedman”, interviene allora Merlino. “Volevo solo chiedere alla Maglie se lei è a favore di una stabilità europea derivante da un Mes che aiuta tutta l’Europa. E se lei è favorevole ad utilizzare i 36 miliardi per la sanità”, ribadisce allora il giornalista. “Ci stavo arrivando - risponde alla domanda Maglie - ritengo che il Mes che si va a votare oggi non aiuti la stabilità dell’Europa, ma aiuti le due nazioni potenti dell’Europa, Francia e Germania.

Quindi ho un’opinione politica forte su questo, sulla quale non siamo d’accordo, ma siamo qui apposta”, alza il tono mentre Friedman prova ad intervenire parlando di opinione “ideologica”.

Lo scontro prosegue a L’aria che tira

“No, ideologica è la posizione di dire sì a un qualcosa che non controlli, quella è ideologica”, si difende Maglie. “Io mi baso su fatti, numeri e documenti”, ribatte il collega.

“Per quanto riguarda la cosa sanitaria - riprende però il filo la giornalista - prima hai citato la burocrazia come una cosa che ci affligge. E hai perfettamente ragione. La burocrazia ci impedisce qualsiasi rapidità di intervento. Se noi prendessimo il Mes sanitario, che peraltro riguarda solo interventi per il Covid, quindi la cifra sarebbe un decimo dei 37 miliardi, sai quanto ci metteremo ad utilizzarla stante la nostra burocrazia?”, domanda a Friedman. “Meglio rinunciare perché è troppo complicato? Mi sembra far calare le braghe senza nemmeno cominciare. Prendiamo questi soldi e usiamoli per rafforzare la sanità”, è la replica piccata che chiude la discussione.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!