Roma: il verde pubblico deve essere rimesso in sesto. E cosi, dopo la proposta, lanciata nei giorni scorsi, di utilizzare capre e pecore come tosaerba nei parchi e nei giardini delle ville della Capitale, la giunta Raggi rilancia e si dice pronta ad utilizzare anche le mucche. Ad annunciare "il nuovo asso nella manica" è stata Pinuccia Montanari, l'assessora all'Ambiente, nel corso di un un'intervista rilasciata ad Inblu Radio, il network delle radio della Cei.

La proposta

Il Comune di Roma è chiamato a gestire più di 40 milioni di mq di verde. E, non è un mistero, il Servizio Giardini non riesce ad arrivare dovunque: alcune zone della Capitale assomigliano ad angoli di savana.

Per sopperire a carenze di risorse e personale, la giunta di Virginia Raggi, dunque, è costretta a considerare tutte le soluzioni possibili. Anche quelle più creative. La Montanari, ha sottolineato che l'idea di utilizzare le pecore e caprette per tagliare l'erba [VIDEO] è già stata applicata, con successo, nel parco della Caffarella. Per questo motivo si sta valutando di estendere il progetto ad altre aree verdi. L'assessora, a quanto pare, ha già pensato a tutto e ha spiegato che, nelle situazioni più disperate, ossia in quei giardini dove l'erba è troppa alta, potrebbero entrare in gioco anche le mucche. Poi, spiega: “Il Comune di Roma è già proprietario di diverse pecore di alcune mucche in quanto possiede, a Tenuta del Cavaliere e a Castel di Guido, due aziende agricole.

Le reazioni del PD

L'idea di utilizzare pecore, capre e mucche per la manutenzione del verde urbano sta scatenando numerose polemiche.

Il deputato del Pd Luciano Nobili si dice preoccupato per la "manifesta incapacità" del Comune di gestire l'ordinaria manutenzione. Ironico, si chiede poi, se qualcuno della giunta Raggi, non proporrà anche gli elefanti. L'esponente dem, poi, accusa la sindaca di voler spostare l'attenzione dai problemi seri (come gli alberi che cadono o i parchi trasformati in giungle). Anche il consigliere PD Marco Palumbo ribatte che, al momento, non c'è la minima cura dell'arredo urbano ed invoca una seduta straordinaria urgente per comprendere come l’amministrazione capitolina vuole procedere nella manutenzione ordinaria, e non, del verde. Un altro dem, Stefano Pedica, si domanda, invece come si gestiranno le pecore: chi le farà pascolare? Il Campidoglio bandirà un concorso per pastori? O, ancora, ci penseranno i vigili urbani?

Ed il web si scatena

La proposta di Pinuccia Montanari (poco tempo fa criticata per l'installazione "verde" in Piazza Venezia [VIDEO]) ha scatenato anche il popolo del social.

Su Twitter - dove l'hashtag #pecore è entrato addirittura in tendenza - l'ironia la fa da padrona. E, qua e la, spuntano perfino dei suggerimenti creativi. Un utente, infatti, consiglia alla Raggi di estendere il progetto anche al di fuori delle aree verdi: le capre, infatti, potrebbero essere utilizzate, alle Camere, al posto dei distruggi documenti!