Una pandemia di una malattia grave, l'ulcera del Buruli, si sta espandendo sempre di più in Australia sotto gli occhi di tantissimi medici che non riescono a capire la causa della diffusione. In effetti in Australia i casi di malati di ulcera del Buruli si sono raddoppiati aumentando del 400% negli ultimi anni.

L'epidemia dell'infezione

L'ulcera carnivora del Buruli è una malattia della pelle diffusa soprattutto in Africa che se non curata può portare a seri problemi a tutto l'organismo come gravi disabilità e deformità.

In Australia sta diventando una vera e propria epidemia tanto che i medici australiani hanno lanciato un allarme. In Australia, i casi di malati di ulcera carnivora si stanno raddoppiando velocemente, solo nel 2017 sono stati registrati 275 casi di infetti, cioè il doppio dei malati del 2016. Il medico Daniel O'Brien, specialista in malattie infettive, ha dichiarato alla Bbc che i casi di malati infetti da questa grave patologia stanno diventando più gravi e più numerosi soprattutto nello stato della costa meridionale, in particolar modo a Victoria.

Cos'è l'ulcera carnivora e come si manifesta?

L'ulcera carnivora o del Buruli è una grave infezione causata dal batterio Mycobacterium ulcerans. La sua manifestazione è lenta, al principio si palesa con un nodo sotto pelle mobile e indolore dove sono annidate tutte le tossine che produce il batterio distruggendo così i piccoli vasi sanguigni, le cellule del derma. Con il passare del tempo questo piccolo nodo si ingrandisce fino a diventare un'ulcera portando alla deturpazione e perdita permanente della pelle e in casi più gravi anche deformità e disabilità Questa infezione non colpisce solo la pelle ma anche l'osso di gambe, braccia e anche viso.

Come si diffonde l'ulcera del Buruli?

Uno dei problemi principali è che i medici ancora non sono in grado di capire come l'uomo può contrarre questa infezione quindi è praticamente impossibile prevenirla. Le ipotesi che si stanno diffondendo sono molteplici, tra queste spunta la tesi che l'uomo potrebbe contrarre l'ulcera carnivora o del Buruli da alcuni insetti acquatici; effettivamente le persone più colpite vivono vicino al mare, laghi o fiumi.

Insetti come le zanzare potrebbero trasportare batteri che scatenano questa grave infezione. Il professore di Malattie Infettive dell'Università di Milano, Massimo Galli, ha ipotizzato di essere di fronte al fenomeno "global healt", cioè questo microbatterio sarebbe trasportato da piante acquatiche invece che dalle zanzare.

Segui la nostra pagina Facebook!