Una recente ricerca condotta dall'Università della Finlandia Orientale rivela che il consumo di cereali integrali apporta benefici alla salute per la ricchezza di fibre e antiossidanti, ma non solo. L'analisi dei prodotti ottenuti dalla digestione e dai processi cellulari hanno mostrato la produzione di composti chimici del gruppo della betaina associati al miglioramento della glicemia post-prandiale e alla diminuzione dei picchi glicemici, importante per prevenire malattie cardiovascolari e metaboliche.

Pubblicità
Pubblicità

Studi precedenti hanno già stabilito che i prodotti di cereali da chicco intero hanno un'azione positiva sul mantenimento del peso corporeo e riducono il rischio cardiaco.

Aumento dei composti della betaina

I ricercatori hanno analizzato i meccanismi molecolari che rendono i cereali integrali i migliori alimenti salutari esistenti: osservando dei meccanismi biologici che vanno oltre le conoscenze attuali, esistono nuove vie d'azione che indirizzano il metabolismo verso la giusta direzione, i risultati delle prove scientifiche sono state pubblicate sulla rivista americana Clinical Nutrition.

Pubblicità

Una dieta ricca di cereali interi di segale e avena sono stati somministrati per dodici mesi a modelli animali roditori e per lo stesso periodo è stato effettuato uno studio clinico usando come modello dietetico sia una dieta ricca di cereali integrali che un regime dietetico di controllo, assegnati in modo casuale ai partecipanti finlandesi. Dopo il periodo di studio dall'analisi della concentrazione dei composti della betaina, glicemia, quantità e resistenza dell'insulina, gli scienziati hanno notato un'aumento della quantità di alcune molecole derivate dalla betaina capaci di svolgere numerose funzioni nell'organismo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Corretta Alimentazione

In entrambi le indagini scientifiche il consumo molto elevato di prodotti a base di cereali integrali ha dimostrato aumentare i derivati della betaina associandoli a minori livelli di glucosio dopo i pasti, meno picchi glicemici. In particolare il composto chimico 5-Avab si accumulava nei tessuti cardiaci molto attivi e migliorava l'attività sui grassi, svolgendo un'azione molto importante per la prevenzione di malattie cardiovascolari.

La scoperta dell'aumento dei composti della betaina dopo un consumo molto elevato di cereali integrali, permetterà in futuro l'analisi dettagliata delle molteplici vie d'azione e dei numerosi benefici per la salute.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto