Dopo aver girato a Montecarlo, sulla pista più breve delle undici in calendario - solo 1,76 km con 12 curve - il circo della Formula E si sposta a Berlino per correre sul circuito di 2,47 km con 17 curve da percorrere in senso anti-orario, progettato dallo specialista Rodrigo Nunes e ricavato all'interno dell'enorme piazzale dello storico aeroporto di Tempelhof situato a poca distanza dal centro della città e a 5 kilometri dalla Porta di Brandeburgo.

Circuito

Il circuito è molto competitivo, con parecchie curve che si seguono e impediscono i sorpassi, con solo due rettifili dove usare tutta la potenza. Il succedersi di curve e contro-curve impone la massima attenzione ai piloti e un minimo errore può costare caro, come si è visto nel corso delle precedenti gare. D'altra parte, mentre nei circuiti cittadini non vi sono vie di fuga e un incidente o un involontario tamponamento possono causare una ammucchiata di vetture, a Berlino, su un piazzale aperto, arrivare lunghi in frenata non dovrebbe avere conseguenze decisive, con grande delizia per gli spettatori che, stante la configurazione del circuito, potranno avere una visione quasi totale della gara.

La curva 1 alla fine del rettifilo di partenza è molto delicata e spettacolare per il gruppo di vetture a ventaglio che cercheranno di rubarsi le posizioni, mentre la curva 3 probabilmente si presta al sorpasso per chi è uscito meglio e in velocità dalla curva 2. Comunque, è un gran premio tutto da vedere.

Scuderie e piloti

Il team di casa è l'Audi Sport ABT, seconda in classifica dietro la e-dams Renault, e i suoi piloti, Lucas di Grassi, in testa alla classifica generale con 93 punti, e soprattutto il tedesco Daniel Abt, daranno il meglio della loro bravura di fronte al pubblico di casa.

Lo stesso vale per l'altro pilota tedesco in gara, Nick Heidfeld, che corre per il team Venturi di Leonardo di Caprio.

Sponsor

A parte la Spark Renault, fornitrice della vettura unica su cui gareggiano i 20 piloti, sponsor particolare di questo Gran Premio è la società di logistica mondiale DHL, che è anche partner di Formula E e si occupa di tutti i trasferimenti del circo da un circuito al successivo.

Il Gran Premio di Berlino rappresenta un punto d'incontro ideale per DHL e Formula E. DHL è stata la prima società ad usare una flotta di veicoli elettrici per effettuare le consegne sul mercato tedesco, e Formula E è il pioniere a Berlino delle corse con monoposto elettriche.

Tempelhof

L'area di Tempelhof era stata designata come aeroporto già nel 1923 e il primo terminale fu costruito nel 1927.

Il terminale attuale, di 300.000 metri quadri, è stato costruito fra il 1936 e il 1941 ed è stato testimone di grandi eventi storici quali il gigantesco ponte aereo messo in piedi dagli Alleati nel 1948 e 1949 per rifornire Berlino Ovest quando i sovietici avevano chiuso ogni accesso alla città. Nel 1971 Templehof registrava un traffico di 5,5 milioni di passeggeri. Per mancanza di disponibilità di terreno per l'ampliamento richiesto per ospitare i grandi jet di linea, veniva decisa la costruzione dell'aeroporto di Tegel e progressivamente Tempelhof perdeva importanza e traffico fino a ridursi a 350.000 transiti nel 1994.

L'aeroporto veniva definitivamente chiuso nel 2008 e da allora è diventato un importantissimo spazio culturale e di attrazione mondiale per concerti, mostre, eventi e riprese cinematografiche, conferenze e molte altre attività.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto