Si parte:chiusa la regular season domenica scorsa, questa notte partono i playoff WNBA. E partono con una formula tutta nuova: non più est contro ovest come nella lega maschile, ma quattro turni, i primi due a eliminazione diretta e con le prime due classificate della regular season parcheggiate in semifinale, in attesa di conoscere le sfidanti.

Tutte dietro a Lynx e Sparks

I record parlano chiaro: le campionesse in carica delle Minnesota Lynx partono davanti a tutte, con 28 vittorie e sei sconfitte e nessuna intenzione di lasciarsi sfuggire il secondo titolo consecutivo.

Subito dietro le Los Angeles Sparks (26-8), le cuginette dei Lakers, molto più in forma dei colleghi maschi, decise contendenti per il titolo.

Minnesota e Los Angeles hanno dominato sia la Western Conference sia la classifica generale; per trovare la prima squadra dell'est dobbiamo scendere al terzo posto, con le New York Liberty (21-13). Queste tre sono le sole squadre ad aver vinto più di venti gare durante la stagione.

Al quarto posto si sono piazzate le Chicago Sky (18-16) che, assieme a New York sonoal secondo turno (sempre ad eliminazione diretta) in attesa di scoprire la sfidante.

Si parte con Seattle vs Atlanta e Indiana vs Phoenix

Le retrovie dei playoff hanno visto piazzarsi al quinto posto le Indiana Fever, le quali sfideranno le ultime arrivate le Phoenix Mercury che solo due anni fa vincevano il titolo, mentre oggi devono fare attenzione a non farsi buttare fuori subito.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

La vincente sfiderà le Chicago Sky.

Sull'altro lato del tabellone invece la sesta e la settima classificata: le Atlanta Dream se la vedranno contro le Seattle Storm. Anche qui non ci sono appelli, gara secca e chi la spunterà affronterà le New York Liberty al secondo turno. Quella di stasera potrebbe essere l'ultima gara WNBA per Tamika Catchings che, a 37 anni, è al passo d'addio dopo un anello (2012 con le Indiana Fever a cui si è legata per l'intera carriera) un titolo NCAA (1998) e tre ori olimpici (2004, 2008 e 2012) oltre ad aver segnato più di 7000 punti, raccolto oltre 3000 rimbalzi e distribuito più di 1400 assist.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto