Il Giro d’Italia numero 100 prende il via dalla Sardegna e precisamente dalla città di Alghero, in provincia di Sassari. La prima tappa sarà un frazione di 206 km che porterà la carovana fino ad Olbia, dove si assegnerà la prima maglia rosa di questa edizione. I corridori si raduneranno presso la Banchina Ammiraglio Millelire e, dopo le consuete operazioni di firma, alle 12:10 partirà la sfilata della carovana lungo le strade della cittadina sarda, precedute da un minuto di raccoglimento in memoria di Michele Scarponi, recentemente scomparso in un tragico incidente stradale.

Dopo circa 8 km sarà dato ufficialmente il via alla corsa che si concluderà tra le 17:00 e le 17:30 in via Redipuglia a Olbia.

Il percorso

La prima tappa del Giro del centenario si svolgerà completamente nella provincia di Sassari con un percorso mosso, che prevede anche tre Gran Premi della Montagna di 4° categoria a Multeddu, Trinità d’Agultu e San Pantaleo. Proprio l’ultima asperità, posta a 20 km dal traguardo, potrebbe essere il trampolino di lancio per qualche attaccante di giornata che vuol anticipare la volata del gruppo. La salita di San Pantaleo, di soli 5 km, presenta un tratto di pendenza massima del 12%. Gli ultimi 7 km si svolgeranno all’interno dell’agglomerato urbano di Olbia, in leggera discesa con l’ultima curva posta a 600 metri dal traguardo.

Alghero e il Giro d’Italia

Per la terza volta nella storia il Giro d’Italia parte dalla Sardegna, dopo l’edizione del 1991, partita da Olbia e quella del 2007, con il via da Caprera. E’ Alghero la città scelta per la partenza del Giro del centenario. Un esordio per la cittadina conosciuta anche con il nomignolo di Barceloneta (piccola Barcellona) per aver conservato l’uso del catalano.

Capoluogo della Riviera del Corallo, conta circa 44 mila abitanti.

Olbia e il Giro d’Italia

L’arrivo della prima frazione del Giro d’Italia 2017 è fissato ad Olbia, già sede di tappa nel 1991, quando dalla cittadina sarda partì l’edizione del 1991 vinta da Franco Chioccioli. Nell’occasione Olbia fu sede sia di partenza e arrivo della prima tappa, vinta dal compianto francese Philippe Casado, morto prematuramente all’età di 30 anni, che della partenza della prima semitappa della seconda frazione, che si concluse a Sassari.

I favoriti

La prima tappa del Giro d’Italia, salvo sorprese, si deciderà in volata. I principali favoriti per indossare la prima maglia rosa sono il colombiano Fernando Gaviria della Quick Step Floors, in evidenza all’ultima Milano-Sanremo, conclusa al quinto posto e il tedesco André Greipel della Lotto Soudal, già vincitore di tre tappe nella passata edizione. Per i colori azzurri possibilità di indovinare lo sprint vincente per Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo), vincitore della classifica a punti nel 2015 e 2016, senza mai vincere una tappa, e Sacha Modolo (UAE Team Emirates). Fari puntati anche sull’australiano Caleb Ewan (Orica Scott).