Nove match nella notte Nba scombinano la classifica, soprattutto nella Western Conference. Cattive notizie per i Thunder che, uscendo sconfitti in casa dai Toronto Raptors, finiscono per lasciarsi riprendere da Los Angeles Clippers e San Antonio Spurs: sesto, settimo e ottavo posto tutti a 0.583: ai Playoff con questi punteggi l'ordine sarebbe Clippers-Thunder-Spurs.

Perdono Thunder e Spurs, vincono Blazers e Jazz

Con le sconfitte di Oklahoma, Houston e San Antonio si combinano le vittorie di Utah Jazz e Portland Trail Blazers, mischiando le carte della classifica a ovest: primi rimangono i Golden State Warriors, incalzati dai Denver Nuggets per una sola partita; al terzo posto Houston, seguita a pochissimo da Portland, quinta è Utah e gli ultimi tre posti per i Playoff sono a pari merito tra Los Angeles Clippers, Oklahoma City Thunder e San Antonio Spurs.

I Thunder hanno incontrato un incredibile Pascal Siakam da 33 punti e 13 rimbalzi e il solito Kawhi Leonard. Non è bastato dunque ritrovare Westbrook (che segna 42 punti) per raggiungere il successo: risultato finale 123 a 114 per Toronto. La vittoria di Portland a Dallas risulta dunque decisiva per distanziare Oklahoma: Damian Lillard fa 33 punti e 12 assist e guida i Blazers alla corsa al terzo posto.

C'è infatti da considerare la sconfitta di Houston per un punto a Memphis, dove Valanciunas e Conley sono riusciti a sovrastare persino i 57 punti segnati da James Harden. Intanto gli Utah Jazz di Quin Snyder espugnano il Madison Square Garden superando i Knicks e prendendo un po' di distanza dalla corsa a tre per il sesto posto. Termina la striscia positiva per gli Spurs che si fermano contro i Miami Heat: decisivo Goran Dragic nonostante la buona prestazione del team di Popovich.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

Vittoria fondamentale per Phila, sgambetto Cavaliers ai Bucks

I Philadelphia 76ers sono una tra le squadre più in forma della lega in questo momento. Sconfitti già i Milwaukee Bucks, hanno confermato la striscia positiva centrando il successo nello scontro diretto contro i Boston Celtics. Per Boston Kyrie Irving segna 36 punti e Terry Rozier si fa trovare particolarmente in forma, ma Joel Embiid fa il fenomeno.

Il centro camerunense, dopo un momento di tensione a metà partita con Marcus Smart (che viene espulso), sfrutta il nervosismo per giocare duro: 22 rimbalzi e 37 punti, stoppata su Kyrie Irving nel possesso finale, rimbalzo sul tiro successivo di Morris e palla a Jimmy Butler che segna la tripla della vittoria. Ora Phila è terza nella Eastern Conference e ha allungato su Pacers e Celtics. I Bucks senza Antetokoumpo cedono contro i Cavaliers, mentre nella corsa all'ottavo posto i Magic rimangono a una partita da Miami dopo la vittoria contro i New Orleans Pelicans: senza Anthony Davis, Nikola Vucevic domina sotto canestro e fa 15 punti e 17 rimbalzi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto