Anthony Joshua vuole riprendersi ciò che fino a pochi mesi fa non sembrava minimamente in discussione, le quattro cinture dei pesi massimi versione IBF, IBO, WBO e Super WBA. Sono ormai trascorsi poco più di due mesi dal clamoroso k.o subito al Madison Square Garden da Andy Ruiz ed è praticamente da quella notte che si parla del rematch. Una clausola nel contratto sottoscritto al momento di accettare la sfida mondiale che, certamente, Eddie Hearn non pensava di utilizzare, ma che adesso sta spingendo il potente promoter britannico ad organizzare l'imprevisto rematch entro la fine dell'anno.

Dove? Le intenzioni della Matchroom Boxing sono quelle di tornare alle tradizionali sfide negli stadi del Regno Unito, si è parlato di Cardiff. O, meglio, Hearn ha indicato lo stadio gallese come possibile teatro del combattimento visto che la controparte ha sempre ribadito di non voler salire sul ring oltre oceano. E considerato che in questo momento è Ruiz in possesso delle cinture, riteniamo che la sua volontà possa avere un peso.

In una recente intervista riportata anche dalla BBC, il pugile di origine messicana ha ribadito questo concetto e si è detto sicuro di riuscire a far suo anche il secondo incontro con l'ex campione.

'Dopo Joshua sono pronto per chiunque, anche Fury o Wilder'

Eddie Hearn ha dunque intenzione di creare le condizioni ambientali ideali affinché Joshua si riprenda dallo choc newyorchese e riconquisti i titoli.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Sport Invernali

Il noto manager ha indicato in Cardiff la sede possibile del rematch e come data possibile ha parlato del 14 dicembre. "Non accadrà - è il modo perentorio con cui Ruiz risponde a queste indiscrezioni - e stiamo andando avanti e indietro (nelle trattative, ndr) con il mio team ed il loro. A me piacerebbe farlo ancora al Madison, così lo faccio tornare io indietro. Ma anche lo Staples Center o Las Vegas sarebbero sedi fantastiche".

Relativamente al modo in cui affronterà nuovamente il britannico dopo averlo demolito lo scorso 1 giugno a New York, Ruiz dice di non avere intenzione di cambiare tattica. "Farò lo stessa cosa che ho fatto l'ultima volta, solo che sarà ancora più intenso. Io sono pronto ad affrontare chiunque dopo aver vinto il rematch, anche Tyson Fury e Deontay Wilder".

La svolta della sua carriera con Al Haymon

Se Andy Ruiz dovesse confermare i titoli e Deontay Wilder dovesse uscire vincitore dal rematch con Luis Ortiz del prossimo 9 novembre, non sarebbe così complicato organizzare il match di riunificazione per avere in tal mondo un campione indiscusso dei pesi massimi.

I due pugili, infatti, sono entrambi sotto contratto con la Premier Boxing Champions di Al Haymon. Ruiz sottolinea come proprio la decisione di passare dalla Top Rank alla Premier abbia costituito la svolta della sua carriera e non nasconde di aver attraversato momenti di difficoltà economica. "Con la Top Rank non ottenevo molte occasioni di combattere, ho deciso di cambiare. Avevo comunque un match da disputare con loro e non volevano lasciarmi andare e, dunque, ho dovuto pagare per scindere il contratto.

Da quel momento tutto è cambiato molto in fretta. Sono passato da non avere nulla a desiderare qualcosa di importante per la mia vita. Io ho cinque figli ed è bello avere le cose che ho sempre voluto, conoscere gente famosa e fare tante cose per me, mia madre e la mia famiglia".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto