Per alcuni è una replica della Davis di cui non si sentiva assolutamente il bisogno, per altri il modo migliore di approcciare alla nuova stagione il cui mese di gennaio culminerà con gli Australian Open, primo Slam in calendario.

Ad ogni modo la neonata Atp Cup, torneo internazionale di Tennis a squadre che prende il via il prossimo 3 gennaio in Australia, vedrà ai nastri di partenza quasi tutti i migliori tennisti del ranking, tra questi mancherà Roger Federer e con lui l'intera rappresentativa svizzera visto che anche Stan Wawrinka ha rinunciato alla competizione.

Le nazionali partecipanti sono 24, stabilite in base al ranking dei singoli esponenti e la grande favorita, inutile dirlo, è la Spagna guidata da Rafa Nadal che ha vinto l'ultima edizione della Coppa Davis.

Le favorite

Favori del pronostico, pertanto, concentrati sulla Spagna che, oltre il citato Nadal, dovrebbe schierare anche Roberto Bautista Agut e Pablo Carreno Busta. Nel lotto delle squadre più forti c'è la Serbia di Novak Djokovic, con l'ex numero uno del mondo dovrebbero far parte del team Dusan Lajovic e Nikola Milojevic.

Attenzione al sorprendente Canada finalista della Davis con Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime, senza contare la Russia di Daniil Medvedev e Karen Khachanov.

Tra le assenze illustri quella di Andy Murray che non ha recuperato dall'infortunio patito in Coppa Davis e salterà, purtroppo, anche gli Australian Open: certamente non un buon segnale per il britannico che lo scorso anno aveva ripreso a giocare ed anche a vincere un torneo dopo i tanti guai fisici che ne hanno pregiudicato la parte recente della sua grande carriera.

Per quanto riguarda l'Australia padrona di casa potrà contare su Alex De Minaur e Nick Kyrgios, quest'ultimo sarà al via dopo essere stato in dubbio causa anche lui problemi fisici.

Italia senza Berrettini e con Fognini uomo di punta

L'Italia inizierà le sue fatiche il 3 gennaio contro la Russia di Medvedev, dunque una delle grandi favorite. Tra le file azzurre non ci sarà Matteo Berrettini, il nostro miglior tennista del ranking che ha preferito rinunciare per presentarsi in gran spolvero agli Australia Open.

Il nostro uomo di punta sarà dunque Fabio Fognini, con lui dovrebbero esserci Alessandro Giannessi, Stefano Travaglia, Paolo Lorenzi e Simone Bolelli. Del nostro girone fanno parte anche Norvegia (Casper Ruud uomo di punta) e Stati Uniti (Isner, Fritz e Opelka dovrebbero essere i portacolori USA) che affronteremo, rispettivamente, il 5 ed il 7 gennaio.

Gli altri gironi e la formula

Le 24 nazionali sono dunque suddivise in 6 gironi da 4 squadre:

  • A: Francia, Cile, Serbia e Sudafrica
  • B: Giappone, Uruguay, Spagna e Georgia
  • C: Belgio, Moldavia, Bulgaria e Gran Bretagna
  • D: USA, Norvegia, Russia e Italia
  • E: Argentina, Polonia, Austria e Croazia
  • F: Grecia, Canada, Germania e Australia

Passano il turno le prime di ogni girone e le due migliori seconde, in caso di parità tra due squadre si conta lo scontro diretto.

Novità video - Atp Cup, Nadal e Djokovic si allenano per il 2020
Clicca per vedere

In ogni sfida sono previsti due match di singolare al meglio dei tre set con tie-break ed un doppio con punto secco sul 40 pari e match tie-break a dieci punti al terzo set. Il torneo assegna punti per il ranking Atp, fino a 250 in doppio e fino a 750 per il singolare. Le vittorie non sono considerate tutte uguali, chi batte un Top 10 guadagna 75 punti nel round robin, 120 al secondo turno, 180 in semifinale e 250 in finale.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!