Nostalgico? Forse, ma lui alla Coppa Davis teneva per davvero ed a margine di un incontro con le scuole a Padova, intervistato dall'Ansa, Adriano Panatta ha criticato duramente il nuovo format della competizione. "Quando ho acceso la tv pensavo di essere su Candid Camera: al buio con quattro gatti sulle tribune, il doppio in coda ai singoli... Posso dire che di questa nuova Davis non mi è piaciuto nulla, peggio del challenger di Tirana. Ma che roba è? Davvero, dopo aver visto le finali di Madrid mi sto sforzando di non essere volgare".

'Ci manca solo che facciano i mini-set come nelle Next Gen Finals'

La nuova Davis, pertanto, è andata agli archivi con la vittoria della Spagna che, dunque, ha messo le mani sulla prestigiosa 'insalatiera' per la sesta volta battendo in finale il sorprendente Canada. Al terzo posto le rappresentative di Regno Unito e Russia. Sebbene ci sia stato indubbiamente qualche frangente di ottimo Tennis, considerato che siamo a fine stagione e che molti del protagonisti sono tutt'altro che al top, l'Adriano nazionale si dichiara 'inorridito' dal torneo chiuso con la vittoria del team locale guidato da uno strepitoso Rafa Nadal.

"La Spagna avrebbe vinto lo stesso anche con la Davis tradizionale e non c'era alcun motivo di creare un torneo in Spagna per gli spagnoli". Nadal, ma anche Djokovic in campo: tra le note liete del nuovo format una presenza di stelle che non si vedeva da anni, anche se Panatta ha qualcosa da dire in merito. "Se non spalmano la Davis su tutto l'arco stagionale e risolvono il problema in una settimana è normale che sia così. In questo modo nessuno può dire che questi giocatori non tengano alla loro nazionale".

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Tennis

In merito alla formula sperimentale delle partite, il vincitore del Roland Garros del 1976 è ironico. "Perché a questo punto non adottano le regole delle Next Gen Finals, fanno i mini-set a quattro ed il killer point? Piqué sostiene che questo è il futuro del tennis? Dovrebbe pensare al calcio".

'La Federazione internazionale ha svenduto il suo prodotto più antico'

Panatta è praticamente un fiume in piena e non riesce proprio a frenare la sua rabbia. "Se Paolo Bertolucci si è commosso per come hanno ridotto la Davis, io sono davvero imbufalito per come la Federazione internazionale ha svenduto il suo prodotto più antico e pregiato, credo sia un insulto per tutti i vecchi campioni".

Il numero uno storico del tennis italiano ricorda la sua Davis, quella vinta nel 1976. "Siamo andati in Cile da Pinochet prendendo insulti e sputi, siamo tornati in Italia con la Coppa e non c'era nessuno che ci attendeva in aeroporto. Ma noi sentivamo la Davis, ora invece tutto è finito e non c'è più alcuna competizione. Noi gli interessi personali li mettevamo da parte e volavamo ovunque".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto