L'eterno dibattito sul GOAT, Greatest Of All Times, vecchio quanto il Tennis e particolarmente abusato ai giorni nostri considerato che i 'Fab 3' attuali, Nadal, Djokovic e Federer, possono ambire tutti a questa palma.

Su Rafa, Nole e Roger è questione di gusti o simpatie, inutile mettere sul piatto i rispettivi palmares che sono ricchissimi: Federer detiene il record assoluto di Slam, Nadal però è ad un passo dall'eguagliarlo e Djokovic che ha qualche anno in meno potrebbe dunque avere più tempo a disposizione per tentare l'assalto.

Di recente sul tema GOAT si è espresso anche Tonino Zugarelli, azzurro di Coppa Davis che era in squadra nel 1976 nel ruolo di 'riserva di lusso' quando i nostri tennisti tornarono dal Cile con la prestigiosa 'insalatiera'. L'ex giocatore non ha dubbi nell'indicare in Federer il più forte di ogni epoca.

'Federer il migliore di tutti i tempi'

Così Zugarelli passa in rassegna i grandi dei nostri tempi, ad iniziare da Roger Federer. "Lui è il tennis - dice senza mezzi termini - ed è il migliore di tutti i tempi", poi auspica un ritorno in vetta al ranking di Novak Djokovic: 'L'anno prossimo tornerà numero 1" e, infine, mostra meno simpatie per Rafa Nadal.

"Djokovic mi piace anche perché è stravagante, al contrario Nadal secondo me non è divertente".

Ma in realtà Zugarelli apprezza poco i tennisti spagnoli in generale. "Quando vado al Foro Italico preferisco veder giocare i tennisti francesi e non quelli spagnoli".

'Oggi guadagnerei di più, però mi sarei perso la Davis'

In linea di massima Zugarelli non ama molto il tennis moderno. "Oggi sembra sia diventato come il calcio, ricco ed arrogante, mentre ai miei tempi non diventavi un tennista professionista se prima non avevi fatto il raccattapalle.

Tutto è davvero cambiato".

Il 69enne ex tennista romano evidenzia come i giocatori di oggi abbiano un folto entourage al seguito. "Sono accompagnati da allenatori, agenti, preparatori atletici e fisioterapisti. All'epoca ero solo, ogni tanto c'era mia moglie". In questo tennis, forse, sarebbe stato economicamente più avvantaggiato. "Se fossi in questa generazione magari avrei guadagnato più soldi e sarei stato un Top 50 (il suo miglior ranking è stato il numero 27 nel 1977, ndr), però non avrei vissuto l'era della Davis, dunque non sono così tanto dispiaciuto di aver contribuito alla storia del tennis italiano".

Carvalho: 'Sarebbe bello se Rafa e Roger si ritirassero insieme'

Tra le recenti interviste che avevano come oggetto i 'Fab 3', vi è stata anche quella al direttore del Rio Open Tournament, Luiz Carvalho, che ha ipotizzato un epilogo suggestivo per il 'Fedal', la rivalità più longeva dell'intera storia del tennis tra Federer e Nadal: "Sarebbe stupendo se decidessero di ritirarsi insieme, un finale perfetto, la chiusura di un'epoca storica".

Sarebbe certamente un finale da racconto epico, ma sinceramente pare abbastanza improbabile che accada davvero.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!