Tornano a brillare i nomi dell'atletica paralimpica nazionale, a partire da quello del 20enne romano Marco Cicchetti che, diversamente dal classico "Paganini non ripete", ha concesso eccome il bis domenica 9 febbraio ad Ancona nel salto in lungo, dopo quello del 26 gennaio sempre nel capoluogo marchigiano.

Ottime le prestazioni dei maratoneti in occasione dei Campionati italiani di Mezza Maratona che si sono disputati sempre il 9 febbraio nella città di Barletta.

Atletica paralimpica: la promessa Marco Cicchetti

Dopo la bellissima performance di Ancona, in occasione degli Assoluti della Federazione Italiana di Atletica Leggera (Fidal) Juniores e Promesse, il giovane ma già promettente saltatore delle Fiamme Azzurre Marco Cicchetti ha ritoccato di ben 10 centimetri il suo record italiano indoor nella categoria T44 (compromissione monolaterale arti inferiori sotto il ginocchio - senza protesi) raggiungendo, al terzo tentativo, la misura di 6,92.

Questo risultato lo colloca di diritto al sesto posto nel ranking mondiale che comprende il range annuale tra il 1° aprile 2019 e quello del 2020, ipotecando cosi una nuova slot per l'Italia, valida per le prossime Paralimpiadi di Tokyo.

Nel complesso, nel giro di sole due settimane, il giovanissimo - nono ai mondiali di Dubai 2019 - ha migliorato notevolmente il suo primato.

Atletica paralimpica, nuovo primato per Ndiaga Dieng

A firmare un nuovo record tra le fila tricolore indoor è stato il mezzofondista Ndiaga Dieng, tesserato con la marchigiana Anthropos Civitanova, che nei 1.500 metri, nella categoria T20 (disabilità intellettivo-relazionale) ha concluso la sua prestazione con il tempo di 4:02.47, abbassando di oltre 30 secondi l'ultimo limite raggiunto a livello nazionale nel 2016.

Atletica paralimpica: le vittorie nella Mezza Maratona

Giornata importante a Barletta per quanto riguarda la Mezza Maratona: infatti, sono stati assegnati i titoli paralimpici assoluti per questa specialità, con le vittorie di Stefano Petranca, tesserato Atletica Asi Roma per la categoria T12 (Ipovedente con possibilità di atleta-guida), Cristian Cucco, tesserato Rosa Running Team per la categoria T38 (Cerebrolesione moderata - deambulanti) e del siciliano Adamo Renato tesserato per la Polisportiva di Parco sport di Altofonte che ha vinto la medaglia d'oro laureandosi campione Italiano nella categoria T45 (Amputazione bilaterale arti superiori).

Importanti successi sono arrivati anche per Pierluigi Maggio, tesserato con la casalinga Barletta Sportiva per la categoria T64 (Amputazione monolaterale transtibiale - con protesi) e per la tesserata Rosa Running Team nella categoria T38 femminile (Cerebrolesione moderata - deambulanti) Maria Luisa Garatti.

Vincenzo Amata, tesserato per la ASd Pro Ravanusa, si è piazzato al secondo posto nella categoria T13 (Ipovedente senza possibilità di atleta-guida).

Segui la pagina Sport Invernali
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!