Mike Tyson ha annunciato il suo ritorno sul ring per disputare match benefici e si sta allenando duramente in palestra per tornare in forma, è già in ottima condizione secondo il coach che lo sta seguendo, il brasiliano Rafael Cordeiro. Nelle ultime settimane ha tenuto banco un possibile terzo match contro Evander Holyfield che lo ha battuto due volte, la seconda per squalifica nel celebre combattimento del 'morso all'orecchio'. Si tratterebbe di un'esibizione sulla distanza di tre o quattro round, ad oggi nessuno ha sollevato l'ipotesi che il 53enne Tyson possa tornare a combattere sul serio in un'età così avanzata.

Ma gli appassionati di pugilato che lo hanno amato e continuano ad ammirarlo sognano un suo ritorno 'vero' e tra questi c'è un tifoso d'eccezione, il presidente del WBC Mauricio Sulaiman.

'Mike è una figura leggendaria conosciuta in tutto il mondo'

Il numero uno del World Boxe Council, federazione la cui attuale cintura di campione del mondo dei pesi massimi è detenuta da Tyson Fury, ha rilasciato alcune inequivocabili dichiarazioni a Trcksuits, manifestando grande entusiasmo per il ritorno sul ring di 'Iron Mike'. "Mike Tyson è stato il più giovane campione del mondo dei pesi massimi", questo ovviamente è noto, ma ciò che Sulaiman si augura è che possa battere anche il record di George Foreman che tornò sul trono dei pesi massi alla 'veneranda età' (per un pugile certamente sì) di 46 anni, 5 mesi e 18 giorni.

"Forse potrebbe diventare anche il più vecchio", aggiunge infatti il presidente del WBC, evidenziando che Tyson "è una figura leggendaria conosciuta in tutto il mondo, in qualsiasi campo dal cinema al pugilato. Mike è una forza della natura, icona dello sport e del WBC e noi lo sosterremo sempre. Potrebbe mandare ko chiunque in qualsiasi momento con un pugno".

'Non sarò io a infrangere il suo sogno'

Ad oggi, però, si parla del ritorno di Tyson semplicemente a scopo benefico, in alcuni match-esibizione e il primo, come già anticipato, potrebbe essere la nuova sfida al suo vecchio rivale Evander Holyfield. In tal senso Mauricio Sulaiman traccia una netta differenza di prospettive, puntualizzando che "una cosa è se torna a combattere in match di esibizione, diverso se vuole tornare davvero sul ring".

In quel caso ci sono procedure burocratiche e mediche necessarie per un atleta ultracinquantennne. "Deve riavere la licenza e fare tutta una serie di cose - conclude Sulaiman - dunque vediamo cosa accadrà. Ma - questo tiene a chiarirlo - non sarò io a infrangere il suo sogno, sosterrò Tyson in ogni modo perché se lo merita. Se sognasse di tornare nel ranking gli direi sicuramente di sì".

Segui la pagina Sport Invernali
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!