Il circo del Tennis scalda i motori, tanto per usare un termine automobilistico. Entro la metà di questo mese, infatti, Atp e Wta dovrebbero ufficializzare il calendario della ripresa. Per quanto riguarda il capitolo Slam, tutto è legato allo svolgimento dei Us Open che da calendario dovrebbero prendere il via il 24 agosto. Molto probabile che si giochino senza pubblico. Poi ci sarà anche una mini-stagione sulla terra rossa che dovrebbe comprendere soltanto il Roland Garros e gli Internazionali d'Italia.

Intervistato da Sky Sport 24, Riccardo Piatti ha parlato del programma di Jannik Sinner.

'Mai successa una cosa del genere'

Tra i tornei sul cemento americano, oltre ovviamente ai citati Us Open, si dovrebbe tenere anche il Masters 1000 di Cincinnati. "Da quello che so - afferma Riccardo Piatti - Cincinnati e Us Open si terranno entrambi a New York e sarà una situazione nuova per tutti, certamente strana ma anche molto difficile. Sarà strano giocare senza pubblico, poi ogni giocatore potrà viaggiare con una sola persona e, altra cosa, non potremo entrare a Manhattan. Una cosa del genere non è mai successa".

'Tanti impegni in poche settimane, bisognerà stare attenti agli infortuni'

Diversi tornei concentrati in un breve lasso di tempo, ma sono tanti quelli a cui si dovrà giocoforza rinunciare perché non si può certamente pretendere di concentrare in pochi mesi un'intera annata tennistica.

Sugli Us Open la Usta, la federtennis Usa, non si è ancora espressa. Naturalmente lo svolgimento del più importante torneo sul cemento influirà sulla stagione europea sul rosso. "Se si va a New York, non si giocherà a Madrid da quello che so io - aggiunge il tecnico comasco - perché mi risulta che si faranno solo Roma e Parigi (intende sulla terra)".

Un calendario fittissimo potrebbe essere tra i problemi di questa strana stagione, un aspetto che Piatti evidenzia. "I giocatori arrivano da un lungo periodo di interruzione e poi avranno tanti impegni in poche settimane, pertanto bisognerà prestare molta attenzione agli infortuni".

'Jannik è molto motivato'

Per quanto riguarda Jannik Sinner, il giovane talento altoatesino tornerà in campo in Germania per due tornei-esibizione: il primo allo 'Steffi Graf Stadion' di Berlino dal 13 al 15 luglio e il secondo nell'hangar dell'ex scalo aeroportuale di Tempelhof dal 17 al 19 sempre dello stesso mese. Un torneo che, oltre a quello di Sinner, reca nomi illustri ai nastri di partenza quali Dominic Thiem, Sascha Zverev e Nick Kyrgios.

La domanda che viene rivolta a Piatti riguarda i Us Open, nel caso in cui si disputino: Jannik ci sarà? La risposta del coach è affermativa: "Ci va benissimo andare a New York, Jannik deve crescere, più gioca e meglio è per lui. Tra l'altro è molto motivato: ultimamente si è allenato con Tsitsipas, ora giocherà con Wawrinka e Goffin.

L'idea ora è di portarlo da Carlos Moya e farlo allenare con Nadal e lui l'ha preso come un investimento".

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!