Un evento in diretta Facebook per celebrare il rinnovo per altri cinque anni della partnership commerciale tra Kia Motors e Rafael Nadal. Sulla pagina social di Kia Worldwide, i fan del fuoriclasse spagnolo hanno potuto assistere in streaming a una sua sessione d'allenamento.

Il rapporto tra il 19 volte vincitore di Slam e la casa automobilistica sudcoreana è molto longevo: era il 2004 quando l'allora giovane fenomeno venne sponsorizzato per la prima volta dall'azienda asiatica, nel 2006 divenne 'ambasciatore del brand nel mondo'.

Naturalmente la diretta social è stata anche l'occasione per parlare di Tennis e Rafa non si è sottratto alle domande del suoi tifosi.

Non potevano mancare quelle sulle sue storiche rivalità con Roger Federer e Novak Djokovic. Il maiorchino, sottolineando che in realtà non ha un avversario preferito da affrontare e che comunque gli piace molto giocare contro i grandi tennisti, ha ammesso con una punta di ironia che, ovviamente, le sue partite preferite sono quelle che riesce a vincere.

'Tanti eccellenti giocatori ti offrono sempre sfide diverse'

Nadal contro Federer, ovvero il 'Fedal': la più longeva rivalità della storia del tennis. Rafa ha affrontato 40 volte il suo grande rivale in tornei ufficiali e conduce il duello 24-16. Con Djokovic è invece in svantaggio, il serbo conduce le sfide dirette 29-26.

"Le mie sfide preferite sono quelle in cui di solito vinco", ammette Nadal che puntualizza di non avere un avversario preferito.

"Sinceramente non saprei, mi piace giocare contro Roger e Novak, ma anche contro Andy Murray e David Ferrer. Ci sono tanti eccellenti giocatori, tutti ti offrono una sfida diversa di volta in volta e sta a te adattare il tuo gioco per essere competitivo. Dunque non ho un avversario preferito, però amo scendere ogni giorno in campo contro un giocatore differente".

Ripresa della stagione: la grande incognita

A differenza di altri sport che hanno già ripreso la propria attività dopo il lockdown, per il tennis si morde ancora il freno. La stagione doveva ripartire dai Washington Open, ma la situazione sanitaria negli Stati Uniti è ancora molto grave per cui non ci sono certezze: l'impressione è che la stagione sul cemento Usa possa saltare interamente, compresi dunque sia il Masters 1000 di Cincinnati che gli Us Open.

Nadal, sempre in diretta Facebook, ha sottolineato la singolare importanza di un evento come quello organizzato in collaborazione con la Kia Motors, soprattutto nei confronti di chi è ormai 'orfano' del grande tennis da troppi mesi.

"I tifosi sono senza tennis giocato da troppi mesi - ha spiegato - e per quello che mi riguarda, non mi vedono in campo da molto tempo, anche perché non sono stato molto in campo a parte le mie sessioni di allenamento presso l'Accademia. Mi è piaciuto organizzare per i miei tifosi questo speciale evento, Kia è al mio fianco da quando avevo 17 anni e ha avuto un ruolo importante nella mia crescita, professionale e umana".

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!