Sono scattati oggi a Plouay i Campionati Europei di Ciclismo. La prima giornata di questa rassegna continentale, compressa tra i Campionati nazionali e il via del Tour de France, è stata dedicata interamente alle gare a cronometro, con ben sei titoli assegnati. Nelle gare più attese, quelle riservate alle categorie elite, si sono imposti lo svizzero Stefan Kung e l’olandese Anna van der Breggen. In un contesto non di altissimo livello, con tante assenze di rilievo, gli azzurri non sono riusciti a inserirsi nella lotta per le medaglie, fermandosi al quinto posto sia tra gli uomini che tra le donne con Affini e Bussi.

Meglio sono andati i giovani grazie alle due medaglie di bronzo conquistate da Carlotta Cipressi e Lorenzo Milesi nelle categorie juniores.

Kung nuovo Campione d’Europa

La gara più attesa della giornata inaugurale dei Campionati Europei di ciclismo di Plouay, la cronometro della categoria elite maschile, ha visto il chiaro successo dello svizzero Stefan Kung. Su un percorso veloce ma caratterizzato da diversi saliscendi, il corridore della Groupama ha sciorinato una prova impeccabile, facendo segnare già all’intertempo il miglior parziale davanti a Remi Cavagna e Victor Campenaerts. Il trend si è confermato anche nella seconda parte della prova, in cui Kung ha ancora aumentato l’intensità della sua azione e i vantaggi sugli avversari.

Alla fine il campione elvetico ha concluso con 17’’ su Cavagna e 21’’ su Campenaerts.

Dietro a questi tre grandi specialisti si è scavato il vuoto, una conferma del livello non particolarmente alto di questi Europei disertati da molti big della disciplina come van Aert, Martin e il nostro Ganna.

Il primo azzurro in gara, Edoardo Affini, ha chiuso al quinto posto con un netto calo nella seconda parte di corsa in cui è stato anche raggiunto e superato da Kung.

Il piazzamento e soprattutto il distacco, 1’15’’, hanno lasciato un po’ deluso Affini, che un anno fa aveva conquistato la medaglia di bronzo.

Doppio bronzo per gli azzurrini juniores

Nella gara riservata elle donne elite ha trionfato l’olandese Anna van der Breggen, con 31’’ sulla connazionale Ellen van Dijk e 59’’ sulla svizzera Marlen Reusser.

L’unica azzurra schierata al via è stata la specialista Vittoria Bussi, atleta che è impegnata unicamente nelle cronometro. La Bussi ha chiuso al quinto posto a 1’33’’ dalla van der Breggen.

Le gare riservate agli under 23 hanno visto il successo del norvegese Andreas Leknessund e della tedesca Hannah Ludwig. Gli azzurri si sono piazzati al quinto posto con Jonathan Milan e al diciottesimo con Andrea Piccolo, mentre tra le ragazze Elena Pirrone ha chiuso al quarto posto.

Più soddisfazioni per gli azzurri sono arrivate dalle gare riservate agli juniores. Tra i ragazzi ha vinto il ceco Mathias Vacek davanti al tedesco Marco Brenner e al nostro Lorenzo Milesi. Tra le ragazze si è imposta l’olandese Elise Uijen sulla francese Maeva Squiban e sull’azzurrina Carlotta Cipressi.

Domani i Campionati Europei si prendono un giorno di pausa per lasciare spazio al Bretagne Classic, gara in linea del calendario World Tour sia maschile che femminile. In questa programmazione così strana si tornerà a parlare di Europei da mercoledì con le prime gare in linea, quelle degli elite e degli under 23.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!