Mario Cipollini spara di nuovo a zero su Davide Cassani. Questa volta, l'attacco dello sprinter di Lucca - in un video sulla sua pagina Facebook - è legato alla ricognizione sul percorso dei Mondiali di Ciclismo del 27 settembre fatta dal commissario tecnico della Nazionale Davide Cassani con Vincenzo Nibali. Cipollini lo definisce un "atteggiamento egocentrico". Per Cipollini uno come Vincenzo Nibali poi non ha nemmeno bisogno di avere sempre e in continuazione i consigli ravvicinati da parte di uno come Davide Cassani in allenamento. Cipollini accusa anche Cassani di sovraesposizione.

Mario Cipollini: 'Cassani poteva mettere al centro dell'attenzione Vincenzo Nibali e non se stesso'

Mario Cipollini apre il suo video dicendo che si era ripromesso di fare silenzio sul tema Cassani fino alla fine del Mondiale italiano del 27 settembre a Imola. Ma poi dichiara di non farcela. E allora parte l'attacco. "Ho letto sui siti e sui social delle polemiche sul nostro commissario tecnico - dice Cipollini - che è andato a fare un sopralluogo sul percorso dei mondiali con Vincenzo Nibali. Il ct ha detto che è andato con la bicicletta elettrica per potere stare sempre vicino al corridore. Terrei e condividere qualche pensiero: sono state fatte foto della giornata con Cassani in primo piano e Nibali solo lontano lontano sullo sfondo.

Io questo lo definisco un 'atteggiamento egocentrico'. Si è messo al centro della foto e Nibali all'angolo".

"Poi - continua Supermario - dice che ha fatto quella scelta per stare sempre vicino a Nibali e visionare il percorso insieme. Premesso che nel 2002 Ballerini visionò il percorso con me dall'ammiraglia, un ct di esperienza sa sempre cosa dire, come dire e quando dirlo al proprio corridore".

Mario Cipollini: 'Pensate che Nibali che ha vinto tutto abbia bisogno di un sostegno così da vicino di Cassani?'

E Mario Cipollini prosegue con il suo affondo. "Non credo che uno come Vincenzo Nibali che ha vinto di tutto a Giro, Tour e Vuelta, abbia bisogno di un sostegno continuo e così ravvicinato da parte del commissario tecnico Davide Cassani.

Poi come sempre di un Cassani, così brandizzato e con marchi dappertutto. Guardi il ciclismo in tv sia sulla Rai che su Eurosport e appare Davide Cassani nella pubblicità dappertutto. Testimonial di questo e di quello, su entrambi i canali non fa differenza, per me questa è una sovraesposizione. Ringraziamo il presidente della federazione italiana ciclismo che ci regala così tanto Davide Cassani".

Il Re Leone chiude che quel sopralluogo poteva essere fatto tranquillamente anche in automobile. "E se proprio si voleva fare una foto la si faceva depositando le biciclette e dando il giusto risalto a Vincenzo Nibali".

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!