Il sogno di Matteo Berrettini è quello di partecipare alle Atp Finals (15-22 novembre) per il secondo anno consecutivo, ma per il momento i tratti sono, per l'appunto, quelli eterei del sogno. La stagione a metà, a causa della pandemia, non lo ha visto quasi mai brillare e per il numero 1 del Tennis italiano che ha perso posizioni nel ranking sarà molto difficile recuperare terreno. Con Rublev che, grazie alle prestazioni di Vienna, si è praticamente garantito il posto tra i 'magnifici otto' di Londra, resta da assegnare una sola 'poltrona' e se la giocheranno Diego Schwartzman e Berrettini con l'argentino che lo precede in classifica e che sembra decisamente favorito.

Atp Finals, i partecipanti del 2020

La stagione atipica iniziata a gennaio, messa poi nel congelatore con il lockdown e ripresa la scorsa estate sul cemento americano, ha spinto l'Atp a cambiare il regolamento per l'ammissione di quello che un tempo si chiamava Masters. Non vengono calcolati i punti raccolti dai tennisti nell'anno solare, dunque niente 'Race to London', bensì viene preso in considerazione il ranking ufficiale. In questo momento in sei sono già qualificati: Novak Djokovic, Rafael Nadal, Dominic Thiem, Danil Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Sascha Zverev. Manca da questa lista Roger Federer che è ancora numero 4 del ranking ma è fermo per infortunio e ciò libera ovviamente un posto.

Andrey Rublev è praticamente dentro, il russo è attualmente ottavo in classifica, mentre l'ultimo posto se lo contendono Diego Schwartzman e Matteo Berrettini. L'argentino ha disputato una grandissima stagione sulla terra rossa, raggiungendo la finale a Roma e la semifinale al Roland Garros: in questo momento ha 3.285 punti (con il ranking aggiornato praticamente in tempo reale, ndr).

Per Berrettini è finora una stagione da dimenticare: i guai fisici lo hanno tormentato prima della lunga sosta, poi è uscito agli ottavi sia a Cincinnati che agli Us Open, a Roma è stato eliminato nei quarti (miglior risultato stagionale) e al Roland Garros si è fermato al terzo turno. In classifica ha attualmente 3.075 punti.

Berrettini e le sue storiche 'Finals 2019'

Il record inseguito da Berrettini, per quanto riguarda il tennis italiano, è dunque la seconda partecipazione nel torneo di singolare delle Finals che non è mai riuscita a nessuno. Con la sua qualificazione nel 2019 fu il terzo italiano dopo Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978: entrambi non sono riusciti a vincere nemmeno un match, impresa centrata lo scorso anno da Berrettini che superò Thiem in due set dopo aver perso le prime due partite contro Djokovic e Federer. Il precedente è benaugurante, ma Matteo sinceramente non sembra nemmeno lontano parente di quello della passata stagione, fermo restando che non dipenderà esclusivamente dalle sue forze.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!