Federica Pellegrini non è più positiva al coronavirus: lo ha comunicato lei stessa oggi sui social. "Ciao Maria io esco!!! E questa volta per davvero!!! Negativa", ha esultato l'olimpionica del nuoto pubblicando un post su Instagram accompagnato da numerosi emoticon di felicità.

Dalle lacrime alla gioia: tampone negativo

L'atleta aveva rivelato di essere risultata positiva alla Covid-19 lo scorso 15 ottobre. Una notizia accolta con profonda tristezza dalla campionessa che, nell'occasione, non riuscì a trattenere le lacrime. Anche pensando alla sua preparazione in vista delle Olimpiadi di Tokyo: "Se ci saranno, io, onestamente, spero di esserci", si è augurata Federica.

La voglia di tornare a gareggiare

"Più gare ci saranno e meglio è: ho bisogno di gareggiare - ha sottolineato Pellegrini - Purtroppo l'età non è dalla mia parte, ma cerco di reagire nel modo migliore, pur non essendo facile. Mi scoccia stare bene e dover restare a casa". Poi una precisazione sulla commozione che l'aveva travolta dopo aver saputo di aver contratto la Covid-19: "Le mie erano lacrime di atleta, adesso voglio piangere solo di gioia".

I suoi aggiornamenti in diretta sul web non sono però piaciuti a tutti. Alcuni non hanno per esempio apprezzato il fatto che abbia accompagnato la mamma a fare il tampone nonostante la positività al test. Altri hanno trovato esagerato che piangesse e si lamentasse della malattia, pur non accusando sintomi gravi.

Sui social apprezzamenti ma anche critiche

"Ho accompagnato mia mamma a fare il tampone, con distanziamento e mascherina, perché lei non ha mai guidato a Verona", si è giustificata lei replicando alle critiche. "Io non sono una persona poco responsabile e poco disciplinata, anzi. Se sono uscita a portare mia madre a fare il tampone non è perché l’ho deciso alzandomi la mattina, ma perché mi ha autorizzato la dottoressa dell’Asl".

La primatista del mondo dei 200 stile libero donne non ha comunque nascosto che la quarantena le è risultata particolarmente pesante. "Non sto facendo niente, mi hanno detto di recuperare le forze al 100%, e di stare a riposo", si è lamentata con i compagni di squadra, manifestando la propria frustrazione.

Il Dpcm e le restrizioni

Ma ora sembra tutto acqua passata e lei non vede l'ora di rituffarsi in piscina, dove si considera "una privilegiata".

Anche se, nel frattempo, sono scattate le limitazioni imposte dal governo per frenare la seconda ondata della Covid-19.

"Per lo sport questo Dpcm forse andava pensato un po' meglio", ha sottolineato la fuoriclasse del nuoto. "Non sono nessuno per dirlo ma, da sportiva, è stata una bella mazzata. Anche se noi siamo fortunati perché nuotiamo in un centro federale e siamo tutelati", ha concluso Federica.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!