Inizia con il piede giusto la stagione 2023 per il Ciclismo italiano. Un po' a sorpresa, Alberto Bettiol ha vinto il cronoprologo di Adelaide con cui è iniziato oggi il Tour Down Under, prima corsa del calendario World Tour e vera apertura del calendario internazionale. Il corridore toscano della EF ha beneficiato delle condizioni meteo favorevoli, potendo correre prima dell'arrivo di uno scroscio di pioggia che ha cambiato le carte in tavola. Bettiol ha fatto segnare un tempo che non è stato più avvicinato da nessuno, mettendo da parte anche un vantaggio interessante in classifica generale che potrebbe aprire uno scenario molto favorevole per il prosieguo della corsa.

Ciclismo, via alla stagione 2023 da Adelaide

Tre mesi dopo la fine della stagione 2022, il grande ciclismo professionistico si è rimesso in moto oggi con la partenza del Tour Down Under. La corsa australiana, tornata in calendario dopo due edizioni saltate per l'emergenza sanitaria, è scattata con un cronoprologo per le strade di Adelaide. La crono si è svolta su un percorso di cinque chilometri e mezzo, piatto e veloce, ma anche con qualche curva insidiosa e un finale un po' stretto e tortuoso per arrivare sul lungofiume della città.

La giornata è stata caratterizzata da un tempo molto variabile, che ha finito per incidere in maniera significativa sulla corsa.

I primi a partire hanno pedalato sulla strada asciutta, mentre più tardi uno scroscio di pioggia ha condizionato i corridori partiti nella fase centrale. Nel finale le strade hanno cominciato ad asciugarsi nuovamente, ma non abbastanza da consentire agli ultimi di essere veramente aggressivi e incisivi.

Down Under, Bettiol può puntare alla classifica

Alberto Bettiol ha avuto un pizzico di fortuna, essendo tra i primi a partire. Il toscano della EF ha fornito un'ottima prestazione, proprio mentre le prime gocce di pioggia iniziavano a cadere. Bettiol ha fatto segnare un tempo di 6'19'' che, anche grazie al cambio di condizioni meteo, non è più stato avvicinato da nessuno.

Al secondo posto si è piazzato il giovane a americano della Ineos Magnus Sheffield a 8'', quindi Julius Johansen a 10'' e Kaden Groves a 11''.

Tra i favoriti al successo finale, tutti svantaggiati dalla pioggia, Jai Vine e Michael Matthews hanno pagato 14'', Ethan Hayter e Luke Plapp 20'', Simon Yates 24''. Con questi vantaggi, Alberto Bettiol potrebbe puntare anche alla vittoria della classifica generale, contando su una buona condizione e un percorso favorevole ad un corridore con le sue caratteristiche.

Domani il Tour Down Under continuerà con la prima tappa in linea, una frazione mossa con arrivo a Tanunda. Si affronterà per quattro volte la salita di Mengrels Hill, ma il finale potrebbe favorire una volata di gruppo.