Giornata nera per i cittadini italiani, dai contribuenti ai commercialisti: oggi è l'ultimo giorno utile per il pagamento di tasse e tributi con scadenza 31 gennaio 2014.

Solo pochi giorni fa eravamo alle prese con la mini Imu e con la Tares – altri due macigni che ancora non abbiamo mandato giù – e, così come entrambi dovevano essere corrisposti entro la medesima data del 24 gennaio, anche oggi si accavallano una sfilza di scadenze che rendono questa giornata una data da non dimenticare per il sistema fiscale e tributario nostrano.

Vediamo quali sono tutte le scadenze di oggi. Alcune di esse hanno scadenza "naturale" e sono quelle che ogni anno ricadono in questo giorno, altre, invece, sono determinati da rinvii o da ravvedimenti dell'agenzia delle entrate.

Quelli annuali sono il "canone Rai", il cui importo è di 113,50 euro e deve essere corrisposto da tutte le famiglie in possesso di un Televisore (sono esclusi i computer). Importante: alcuni soggetti sono esenti dal pagamento del canone: tutte le informazioni in questa Guida.

Altra "nota dolente" è la tassa automobilistica (bollo auto 2014), imposizione già di per sé contestata e contesa tra Stato e Regioni sull'attribuzione della riscossione dei relativi importi; a questa va poi aggiunto per le autovettura di grassa cilindrata, anche il superbollo.

Fatta eccezione per il Canone Rai ed il bollo che sono scadenze annuali, altre sono scaturite in seguito a proroghe degli ultimi mesi che hanno portato all'accumulo nella data di oggi 31 gennaio 2014, ovvero:

1) spesometro 2013: la scadenza era in realtà prevista per novembre 2013, poi slittata per le proteste degli operatori, al 31 gennaio 2014;

2) anagrafe tributaria dei conti corrente: anch'essa inizialmente prevista per il 31 ottobre 2013, la scadenza è stata posticipata al 31 gennaio 2014: entro oggi andranno quindi comunicate all'agenzia delle entrate tutte le spese sostenute con carte di credito o bancomat, purché le operazioni abbiano superato l'importo di 3.600 euro (con riferimento solo alle transazioni fatte tra il 6 luglio ed il 31 dicembre 2011);

3) comunicazione dei beni ai soci: scadenza anch'essa del 31 gennaio 2013.

I migliori video del giorno

4) operazioni fiscali ordinarie: con scadenza 31 gennaio 2014, tutte quelle comunicazioni relative a cessioni di beni o erogazione di servizi di importo superiore a 500 euro avvenuti con soggetti stabiliti nei Paesi inclusi nella "black list" (paradisi fiscali).

Nel dettaglio le scadenze fiscali in questo articolo.