Tempo di scadenze per la maggior parte degli italiani, in particolare si avvicina la scadenza del 16 dicembre per il pagamento delle imposte sugli immobili: Imu e #Tasi. Il pagamento del saldo Tasi ed Imu 2015 deve essere effettuato in due rate dello stesso importo con scadenza semestrale fatta eccezione per coloro i quali abbiano deciso di pagarla in un’unica soluzione entro il 16 giugno scorso.

Chi deve pagare la TASI?

La Tasi, tassa sui servizi indivisibili, istituita con la legge di stabilità 2014,  è l’imposta diretta a finanziare i servizi comunali rivolti alla collettività. Deve essere corrisposta da tutti i soggetti che possiedono immobili.

I Comuni devono garantire la semplificazione degli adempimenti da parte dei contribuenti mettendo a disposizione i modelli di pagamento precompilati. Il versamento è simile a quello previsto per l’Imu e pertanto la prima rata entro il 16 giugno e la seconda rata entro il 16 dicembre. Bisogna altresì precisare che la Tasi non sostituisce l’Imu: quest’ultima imposta infatti è stata abolita solo per chi possiede un unico immobile adibito ad abitazione principale. La Tasi invece, deve essere pagata da chiunque detenga o possieda un immobile, ad esclusione dei terreni agricoli. Se si tratta di detenzione temporanea per un periodo non superiore a sei mesi, in tal caso la Tasi deve essere pagata soltanto dal proprietario.

Esenzione ed esclusione della Tasi

Sono esenti dal pagamento della Tasi i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili nonché tutti gli immobili appartenenti allo Stato, Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e consorzi tra enti se destinati a servizi e funzioni istituzionali (esempio: utilizzo per fini culturali, di culto, per attività e scopi assistenziali e previdenziali ecc.).

I migliori video del giorno

Sono esclusi dal pagamento di questo tributo, i terreni agricoli e quelli incolti. Inoltre, i Comuni con proprio regolamento può prevedere riduzioni ed esenzioni per le abitazioni con un unico inquilino, per le abitazioni adibite ad utilizzo stagionale o temporaneo/discontinuo, per le abitazioni occupate da persone che hanno residenza all’estero per oltre 6 mesi all’anno

Calcolo Tasi

Importante: l’importo della Tasi non è calcolato in base alla quantità dei rifiuti prodotti. Ad ogni modo per conoscere l’importo delle imposte in scadenza il 16 dicembre 2015, quindi Imu e Tasi, è possibile utilizzare il calcolatore online de il ‘Sole 24 Ore’ inserendo tutti i dati richiesti. Per conoscere invece le aliquote Imu e Tasi 2015 è disponibile la ‘banca dati aliquote Bluenest’.