Bollo Auto non pagato: è questa una delle preoccupazioni per ogni buon automobilista. Cosa succede se non si paga il dovuto nelle casse dello Stato? Le informazioni in merito a tale quesito sono davvero ampie. Si parte con il dire che la multa per il mancato versamento dell'assicurazione automobilistica può arrivare per via anche degli appositi autovelox posizionati in tutt'Italia. La Legge di Stabilità del 2016 ha infatti aggiunto questa funzione di rilevamento negli apparecchi nati con lo scopo di monitorare la velocità dei veicolo in strade ed autostrade.

Una volta capita l'utilità, è arrivata però l'introduzione di questa nuova funzione che garantisce anche all'Erario di capire chi circola sulle strade in modo regolare da un punto di vista assicurativo

Bollo auto: le differenze con Rc

Un autovelox dunque può essere motivo di multa ai danni di un'automobilista non in regola.

Il bollo auto invece non rientra nei poteri dell'apparecchio. Una volta controllata la velocità del veicolo, la polizia ha il potere di utilizzare l'autovelox per inoltrare multe a chi non ha un'assicurazione pagata.

La targa è il mezzo attraverso il quale l'autorità competente controlla la regolarità di un veicolo in circolazione. In caso di multa, l'importo può essere davvero salato, tanto che varia da 841 fino a 3.287 euro, con una serie di agevolazioni però per chi paga il dovuto prima dei limiti stabiliti o entro i 30 giorni dall'arrivo della multa, oppure per coloro che demoliscono il mezzo. Prima di parlare di bollo auto, precisiamo inoltre, cosi come ricordato dai colleghi di "investireoggi", che in caso di mancato pagamento o di assenza d'assicurazione si rischia anche di vedere il proprio veicolo sequestrato.

Bollo auto: tassa da pagare

Per ciò che concerne il bollo auto invece la situazione è leggermente differente.

Trattandosi di un tributo imposto dal Fisco, il codice della strada non ha alcuna competenza. La mancata copertura infatti non incide sulla sicurezza stradale e pertanto i vari accertamenti non sono a carico di controlla la circolazione. Sarà infatti l'Agenzia delle Entrate a controllare la regolare copertura non attraverso i comunissimi posti di blocco sulle strade come avviene per l'Rc.

Un'altra differenza è che in caso di mancato pagamento non si procederà al sequestro del mezzo. Il bollo auto può essere pagato anche in ritardo con gli appositi provvedimenti pecuniari che andranno a maggiorare l'importo da versare alle Regioni.

Bollo auto: esenzioni

Sul bollo auto nelle ultime settimane sono arrivati diversi aggiornamenti. Una novità comunicata dai principali portali d'informazione è stata quella inerente l'esenzione per tre anni, ma non per tutti.

L'argomento riguarda infatti solo chi rispetta i requisiti in Lombardia. Si tratta, come comunicato da Davide Caparini, assessore regionale al Bilancio della Regione Lombardia, di un beneficio per coloro che hanno una vettura ad uso privato che non superi i 2000 cc. Il provvedimento sul bollo auto preso vale sia per le vetture nuove che per quelle usate, senza nessun obbligo di omologazione. L'esenzione triennale può essere facilmente richiesta anche online.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto