Oggi, mercoledì 12 febbraio, il manager di Bugo Valerio Soave è tornato ospite di Storie Italiane, programma condotto da Eleonora Daniele su Rai 1, per parlare di nuovo di Morgan. L'uomo ha raccontato di aver troncato i rapporti lavorativi con l'ex frontman dei Bluvertigo nel 2011 per alcuni comportamenti recidivi, dovuti probabilmente all'utilizzo di sostanze stupefacenti. La conduttrice, inoltre, ha chiesto a Soave il motivo per cui ha portato Marco Castoldi al Festival di Sanremo pur sapendo di andare incontro a delle conseguenze.

Le nuove dichiarazioni di Soave su Morgan a Storie Italiane

Nella puntata di oggi di Storie Italiane, Valerio Soave ha rilasciato delle nuove dichiarazioni su Morgan raccontando le ragioni per cui ha smesso di lavorare con lui: "Dopo le dichiarazioni che Marco ha fatto nel 2011 quando è stato squalificato da Sanremo, nelle quali osannava la cocaina, lui ha avuto un progressivo decadimento psicofisico. Era impossibile lavorare con un Marco che vedeva manie di persecuzione e complotti dappertutto".

Poi il manager, incalzato da Eleonora Daniele, ha spiegato le ragioni per cui aveva deciso di portare l'ex frontman dei Bluvertigo a Sanremo 2020: "Perché non doveva fare interviste particolari, ma doveva solo andare sul palco e cantare". L'uomo ha poi aggiunto un altro dettaglio sul probabile decadimento di Marco Castoldi, in arte Morgan: "Non l'ho mai visto assumere cocaina o farsi di crack però gli effetti di quando assumi questo tipo di cose li puoi vedere da fuori, come arrivare perennemente in ritardo o mancare agli appuntamenti e vedere complotti dappertutto.

È impossibile programmare un lavoro in questo modo". Infine, il manager ha concluso dicendo che ha tentato di avere un confronto con Morgan, ma non è stato possibile per i suoi continui insulti e accuse.

Storie Italiane, Soave smentisce le accuse di Morgan: 'Lui inventa'

Sempre a Storie Italiane, Valerio Soave ha risposto alle dure accuse di Morgan mosse nei suoi confronti: "L'ho tolto dall'albergo?

Non è assolutamente vero. Ho pagato per lui una suite di 8.500 euro per la settimana più 3-4 mila euro solo suoi tra lui, la sua fidanzata... Lui inventa completamente". Il manager ha poi smentito l'accusa di aver causato la lite e squalifica dei due al Festival di Sanremo 2020, dichiarando che la trova assolutamente insensata. Dopodiché, Soave ha aggiunto che il suo assistito Bugo non aveva le competenze necessarie per prendere parte al Festival di Sanremo 2020 e così ha pensato di affidargli l'amico di lunga data Morgan. Riguardo alle accuse dell'ex frontman del Bluvertigo di averlo picchiato, ha replicato: "Lui provoca, è aggressivo, ma non gli ho mai messo le mani addosso".

A fine intervista, il manager ha detto che Morgan è una persona che deve essere aiutata e salvata dai suoi problemi.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!