Quello che si preannunciava come un Calciomercato piatto data la scarsa capacità di investire dei club italiani, si sta rivelando tutto sommato l'opposto. Certo, siamo in periodo di vacche magre ormai da anni e i fuochi d'artificio degli anni '80, '90 e prima metà 2000 sembrano ormai un lontano ricordo. Ma qualche colpo tutto sommato è arrivato, e forse ne arriveranno altri, e non mancano colpi di scena che danno materiale interessante ai quotidiani sportivi.

Pubblicità
Pubblicità

Come ad esempio quello che si sta consumando nell'ormai già partito derby tra Inter e Milan, a colpi di giocatori soffiati (vedi Kondogbia), offese via Twitter, critiche reiterate di Sacchi e presunti dispetti di mercato.

Già, anche questi ultimi. Uno in particolare riguarderebbe il mancato acquisto da parte dell'Inter del centrocampista dell'Olimpique Marseille Imbula. Dato ormai per cento, invece il giocatore sta andando al Porto. Ci sarebbe in questo stravolgimento della situazione, infatti, proprio lo zampino dei 'cugini' rossoneri. In che modo?

L'ombra di Nelio Lucas, numero uno della Doyen

Come riporta Il Corriere dello sport, gli emissari nerazzurri Fassone e Ausilio oggi proveranno l'assalto finale al giocatore, il quale però ha dato parere positivo per il trasferimento in Portogallo. D'altronde, l'offerta del presidente Pinto da Costa è ghiotta, pari a venticinque milioni di euro (l'Inter ne ha offerti 19). Si sospetta che nel no del francese ci sia l'ombra di Nelio Lucas, numero uno della Doyen e partner del Milan di Mister Bee. Sarebbe la sua vendetta dopo il succitato sgarbo di Kondogbia. Voi ci credete a tal cospirazione?

Pubblicità

Alternativa Felipe Melo

L'inter ha comunque già un'alternativa al centrocampista francese: il brasiliano Felice Melo, ancora deciso a lasciare il Galatasaray, risparmiando così dal 2017 in poi i diciannove milioni che avrebbe dovuto pagare ai francesi. Melo, già ex Fiorentina e Juventus, sarebbe pronto a un terzo approdo nel nostro campionato, dopo una stagione poco esaltante coi bianconeri. 

Leggi tutto