Attualmente l'Inter ha una rosa di circa 30 giocatori, troppi sia per Mancini che per le regole in vigore. Infatti per la prossima stagione di Serie A, il limite dei giocatori in rosa è di 25 per squadra, quindi se l'Inter non riuscirà a cedere dovrà mettere diversi giocatori fuori rosa. Oltre a questo limite formale c'è poi la stessa volontà di Mancini. L'allenatore dei nerazzurri vuole una rosa ristretta da poter gestire con facilità senza malumori interni dei giocatori.

Pubblicità
Pubblicità



Nessuno vuole partire

Il problema è che per ora quasi nessuno ha voluto lasciare la squadra. Infatti le offerte per i giocatori sono arrivate ma le destinazioni non sono state gradite dai calciatori stessi. L'elenco è molto lungo, giocatori come Guarin, Juan Jesus, Andreolli, Vidic, Santon e Shaqiri hanno tutti rifiutato le offerte arrivate in questi giorni.

Prima si vende poi si compra

Questo ordine è arrivato dai vertici del club milanese, infatti fin quando non ci saranno le prime cessioni non arriveranno nuovi colpi.

Pubblicità

Così il mercato dell'Inter si è improvvisamente congelato e ora serve almeno una o due cessioni per sbloccare la situazione in entrata. Oltre al punto di vista numerico bisogna considerare anche quello economico. Infatti l'Inter ha già effettuato diversi acquisti di peso. Pensiamo ai quasi 40 milioni per Kondogbia e altri 30 almeno per Murillo, Miranda e Montoya. Per questo servono soldi freschi in entrata da poter reinvestire sul mercato.

Zukanovic sfumato

Questa situazione è chiara se andiamo ad analizzare la vicenda di Zukanovic che ieri sembrava ad un passo dai nerazzurri.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Invece la trattativa è sfumata perché l'Inter non ha voluto rilanciare l'offerta della Sampdoria, e ora senza uscite il mercato non proseguirà. Questo però complica ulteriormente la situazione. Infatti ora bisognerà cercare un altro esterno per Mancini, e inoltre Schelotto, non trasferendosi al Chievo, diventa un ulteriore esubero. Ausilio e Fassone dovranno quindi muoversi velocemente per riuscire a piazzare qualche uscita per poi ricominciare il mercato in entrata per completare il prima possibile la rosa. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto