Oggi si è giocato per la 18^ giornata di campionato, in vista delle festività natalizie. Tanti i gol realizzati sui campi della serie A.

La giornata di oggi ha visto la vittoria del Napoli sulla Sampdoria per 3-2, che è rimasto in vetta. Successo casalingo per l'Udinese che ha sconfitto il Verona per 4-0. Bene anche il Genoa che dopo la bella prestazione in Coppa Italia ha vinto per 1-0 contro l'ultima in classifica, Benevento. Ottima anche la prestazione della Lazio di Simone Inzaghi, che ha strapazzato il Crotone per 4-0. Ieri invece ci sono state le vittorie esterne di Fiorentina e Bologna.

Tra le tante partite in programma oggi, le due sconfitte clamorose sono arrivate dalle squadre di Milano. Inter e Milan infatti, hanno perso entrambe rispettivamente contro Sassuolo e Atalanta.

Il periodo buio per Inter e Milan

Sul fronte calcistico, a Milano non si respira affatto un buon periodo. Tornano di nuovo gli incubi su entrambe le sponde del Po, alla Pinetina e a Milanello, anche se in casa Milan, la situazione è più delicata.

Milan-Atalanta: 0-2

Non c'è pace per il Milan di Gattuso, che di questo passo farà la fine del collega Vincenzo Montella. Il Milan nel confronto delle 18 contro l'Atalanta ne è uscito con le ossa rotta, perdendo a San Siro per 2-0. L'Atalanta che quest'anno sta facendo un signor campionato, dopo aver pareggiato per 3-3 nella scorsa giornata con la Lazio, oggi si è reso protagonista del successo esterno.

Inutile parlare dei tanti fischi a Donnarumma. Cristante al 32' sigla il primo gol, mentre al definitivo 0-2 ci pensa il ravvivato Ilicic. Per Gattuso si complica il cammino sulla panchina rossonera e l'ultima possibilità potrebbe essere proprio nel derby di Milano, valido per i quarti di finale di Coppa Italia. Addirittura in settimana è stata annullata la cena di Natale in programma da tempo, come si usa fare in tutti i club ed i giocatori erano stati mandati in ritiro punitivo, dopo la sconfitta di domenica col Verona.

Sassuolo-Inter: 1-0

L'Inter che fino alla scorsa domenica non ne aveva mai persa una dall'inizio del campionato, cade addirittura per la seconda volta consecutiva. Nulla di fatto per gli uomini di Spalletti, che vanno sotto di un gol al 34' con Falcinelli. L'Inter che ha la possibilità di pareggiare nel secondo tempo, sbaglia un rigore battuto dal capitano, Mauro Icardi. Finisce così la partita di Reggio Emilia, inchiodando l'Inter a -5 punti dalla vetta.