Ore calde in casa Juventus, fresca di vittoria della Coppa Italia. In attesa della sfida di domenica sera contro la Roma, che potrebbe confermare campione la squadra di Allegri per la settima volta consecutiva, ci sono indiscrezioni sul futuro di un paio di attaccanti bianconeri.

Il primo è Gonzalo Higuaìn, 30enne argentino arrivato due stagioni fa dal Napoli per 90 milioni di Euro. Il suo bottino stagionale conta per il momento 23 reti in 48 presenze tra Serie A, Tim Cup, Champions League e Supercoppa Italiana.

Questa stagione è stata molto altalenante per lui, con lunghissimi periodi privi di marcature, tale a superare il mese.

Per questo motivo il suo cartellino è sceso di molto, vicino ai 50 milioni di euro, cifra molto interessante per alcuni club quali Milan e Paris Saint-Germain.

Se per il club rossonero è solo un sondaggio, per i parigini invece è sempre più concreto l'interesse verso il numero 9 bianconero, nonostante i vari rischi sul Fair Play Finanziario, parametro stabilito dall'Uefa, che potrebbe costringere il club di Al-Khelaifi a cedere uno tra Neymar e Mbappè.

Da ricordare anche il mancato posto da titolare del giocatore ex Real Madrid nella finale della Coppa Nazionale per motivi di "fisicità", come ha spiegato Allegri dopo il match. Questa è stata una semplice scelta tattica oppure una scalata verso la bassa gerarchia dell'attacco bianconero?

A rischio anche Paulo Dybala (in attesa del ritorno di Morata)

In bilico non c'è solo Higuaìn, ma anche l'altro attaccante argentino Paulo Dybala, autore di un'ottima stagione col miglior rendimento degli ultimi due anni (26 reti in 44 presenze). Il costo di un suo eventuale trasferimento è di circa 120 milioni di Euro.

L'ex Palermo è nell'ottica di alcuni club europei tra cui l'Atlètico Madrid, che al momento non dispone dei mezzi economici necessari.

Intanto l'amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta valuta alcune alternative, anche il ritorno di Álvaro Morata Martín, attualmente al Chelsea.

Lo spagnolo ha giocato nella squadra piemontese dal 2014 al 2016, totalizzando 27 gol in 93 presenze e vincendo due campionati di Serie A, altrettante Coppe Italia ed una Supercoppa Italiana. Sul ragazzo classe 1992 ci sono anche i "Colchoneros".

Altre alternative al fine di sostituire uno tra il "Pipita" e la "Joya" sono Ángel Fabián Di María Hernández del Paris Saint-Germain ed Anthony Martial del Manchester United. Di certo, al termine di questa stagione, il club bianconero è pronto a rivoluzionare la rosa a partire dall'arrivo (quasi certo) di Emre Can dal Liverpool.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!