Icardi alla Juve e Higuain all'Inter, con l'aggiunta di cinquanta milioni nelle casse dei nerazzurri. Detta così, sembrerebbe solo una clamorosa operazione di fantacalcio o, nel migliore dei casi, una trattativa avviata in qualche videogame. Invece, nonostante l'ipotetico affare sia ancora in fase embrionale, nessuna delle due società ha mai smentito la voce e, nella giornata di ieri, due illustri tifosi interisti (e un dirigente del club milanese) non hanno chiuso le porte a questo incredibile scenario.

Nulla è impossibile

Il grande Maurizio Mosca l'avrebbe definita una 'bomba' di calciomercato, una di quelle notizie che infiammano l'estate e che consentono di vendere giornali anche in assenza del calcio giocato.

Il clamoroso scambio tra l'Inter e la Juventus, però, potrebbe andare oltre la semplice 'lettura da spiaggia' e trasformarsi in una vera e propria trattativa di mercato, che tanto farebbe discutere gli appassionati di calcio. Se, fino a qualche giorno fa, chi ha messo in giro la notizia è stato duramente attaccato ed etichettato come un 'gossipparo', le parole di ieri espresse da alcuni personaggi di fede interista, hanno incredibilmente cambiato le carte in tavola. Il primo a parlare è stato Massimo Moratti, ex Presidente dell'Inter che, nonostante abbia espresso il suo desiderio di trattenere Icardi nel capoluogo milanese, non ha disdegnato l'ipotesi di uno scambio con Higuain, che frutterebbe anche cinquanta milioni nel bilancio della società.

Tronchetti Provera, invece, ha preferito non esporsi troppo, arrivando semplicemente ad affermare che, entrambi i giocatori, rappresentano due campioni di livello mondiale e che, di conseguenza, da un eventuale scambio, trarrebbero un vantaggio entrambe le squadre coinvolte. Anche l'ad dell'Inter Antonello, non si è sbilanciato eccessivamente e, pur senza dire nulla di concreto, non ha smentito la trattativa con la Juventus.

La qualificazione alla prossima Champions League, infatti, impone ai nerazzurri di rientrare nei parametri economici richiesti dall'Uefa. Proprio per questo motivo, di fronte ad una eventuale clamorosa plusvalenza, la società lombarda non si troverebbe nelle condizioni di 'rifiutare a prescindere'

Chi ci guadagnerebbe?

Il Pipita (più cinquanta milioni) all'Inter e Maurito alla Juve, rappresenterebbe uno degli scambi più incredibili della storia del calcio italiano.

Nonostante nulla sia ancora stato realizzato, in tanti cominciano a chiedersi quale società otterrebbe maggiori vantaggi da una trattativa del genere. Se è vero che, i nerazzurri, acquisterebbero un attaccante con esperienza europea, con l'aggiunta di un'importante somma di denaro nelle proprie casse, i bianconeri si porterebbero a casa un giovane attaccante con un senso del goal fuori dal normale. Intanto, sui social, entrambe le tifoserie stanno invitando le loro società a non trattare con dei "rivali".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!