In casa Inter continua a tener banco il caso Mauro Icardi. Ieri la moglie e agente del centravanti argentino, Wanda Nara, ha confermato come ci sia ancora molta distanza tra domanda e offerta per il rinnovo di contratto. Inoltre, ad alimentare i rumors anche il ritardo con cui si è presentato il centravanti argentino a Milano, che ha portato ad una multa da centomila euro. Su di lui ci sono alcuni top club europei, con la moglie e agente che ha confermato come su di lui ci siano le due big spagnole, un inglese e una francese.

Pubblicità
Pubblicità

Non sono stati fatti nomi sui club interessati ma è semplice capire come si faccia riferimento a Barcellona, Real Madrid, Chelsea e Paris Saint Germain, tutte alla ricerca di un attaccante di valore. I Blues, però, sembrano essere avanti nella corsa a Maurito, almeno stando alle ultime indiscrezioni.

Chelsea in pole per Icardi

Il Chelsea sembra essere il club più avanti nella corsa a Mauro Icardi. Il tecnico dei Blues, Maurizio Sarri, è un grande estimatore del capitano dell'Inter e lo avrebbe voluto al suo servizio già quando sedeva sulla panchina del Napoli.

Difficile pensare ad una cessione immediata ma, se non ci sarà una svolta sul fronte rinnovo in questi mesi, l'addio la prossima estate sembra essere quasi scontato.

Ad essere convinti del fatto che gli inglesi siano in pole position per accaparrarsi il centravanti nerazzurro è il giornalista argentino, Lucas Fabian, intervenuto ai microfoni di Rmc Sport:

"In Spagna dicono che Icardi sia vicino al Chelsea, Sarri se lo vorrebbe portare in Inghilterra.

Pubblicità

Lui è interessato al Chelsea, giocherebbe in Premier e troverebbe un allenatore italiano che lo conosce bene. Icardi mi sembra il giocatore giusto anche per il Real, in Liga potrebbe fare di tutto".

Tentativo a gennaio

Il Chelsea, comunque, farà un tentativo per Mauro Icardi già a gennaio. I Blues vogliono rinforzarsi in quel reparto sin da subito, come dimostrano le voci su un possibile interessamento per l'attaccante del Milan, Gonzalo Higuain.

Il capitano nerazzurro, però, ha una corsia preferenziale, anche perché più giovane rispetto al collega rossonero (Icardi classe 1993, Higuain classe 1987).

Non è escluso che il club di Abramovich provi ad offrire centodieci milioni di euro, che è l'ammontare della cifra della clausola rescissoria, valida solo per l'estero, che può essere esercitata, però, solo dal 1 al 15 luglio di ogni anno. I nerazzurri, però, risponderanno quasi certamente picche, rimandando ogni tipo di discorso alla prossima estate.

Pubblicità

A quel punto tutto potrebbe dipendere dalla volontà del centravanti dell'Inter di continuare o meno la propria avventura a Milano.

Leggi tutto