L'Inter si sta già muovendo in vista della prossima stagione. Il direttore sportivo, Piero Ausilio, e l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, vogliono rinforzare ulteriormente la rosa a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, per cercare di ridurre il gap dalla Juventus, che quest'anno sembra destinata a vincere il suo ottavo scudetto consecutivo.

Il primo rinforzo della squadra nerazzurra potrebbe essere rappresentato dall'arrivo a Milano del centrale uruguaiano dell'Atletico Madrid, Diego Godin, in scadenza di contratto a giugno. Il club meneghino già lo scorso anno ha dimostrato di essere molto attento a questo tipo di affari, con l'ingaggio di Stefan De Vrij e Kwadwo Asamoah, andati in scadenza di contratto rispettivamente con la Lazio e con la Juventus.

L'Inter vuole chiudere per Godin

L'Inter vuole chiudere in questa settimana l'ingaggio del centrale uruguaiano, Diego Godin. Il giocatore è in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid e i tifosi del club spagnolo in questi giorni stanno facendo sentire tutto il loro malcontento alla dirigenza, invitandola a fare uno sforzo per trattenere il proprio capitano. La politica dei Colchoneros nei confronti dei giocatori ultratrentenni è sempre quella di offrire un rinnovo annuale, così come successo con altri calciatori in passato.

Anche per questo motivo la società nerazzurra è relativamente tranquilla, avendo una bozza di accordo per un contratto biennale, fino a giugno 2021, con opzione per il terzo anno, a quasi cinque milioni di euro a stagione più bonus.

Inter che, però, vuole chiudere subito per evitare sorprese, visto che anche il tecnico dell'Atletico, Diego Pablo Simeone, si è espresso pubblicamente, invitando la dirigenza a fare il possibile per tenere Godin.

Non solo Godin

Questa potrebbe essere una settimana importante in casa Inter non solo per l'affare Diego Godin. I nerazzurri infatti, si stanno muovendo sul mercato e hanno intavolato anche la trattativa con l'Udinese per anticipare la concorrenza e chiudere l'acquisto del fantasista argentino, Rodrigo De Paul.

Il club meneghino ha già parlato con i Pozzo, che hanno aperto le porte alla cessione e hanno fatto sapere di partire da una valutazione intorno ai trenta milioni di euro. Una cifra che potrebbe essere abbassata dall'inserimento di due contropartite tecniche nell'affare. Una potrebbe essere rappresentata dal fantasista belga, Xian Emmers, attualmente in prestito alla Cremonese e vicino alla Roma l'estate scorsa. L'altra contropartita, invece, potrebbe essere il giovane attaccante della Primavera, Andrea Adorante, classe 2000, autore finora di otto reti in campionato.