La Juventus batte il primo colpo del 2019 e lo fa gettando le basi per il futuro. Aaron Ramsey ha ormai deciso di accettare l’offerta bianconera e dalla prossima estate si metterà a disposizione di Allegri. Paratici sta provando a portarlo subito a Torino ma l’impresa sembra impossibile, l’Arsenal non vuole sentire ragioni: il gallese resterà a Londra fino alla conclusione del suo contratto.

Juventus: Ramsey è un grande acquisto

La Juventus con Ramsey ha sicuramente messo a segno un grande colpo di mercato.

Pubblicità

Il primo punto a favore dell’operazione è il costo del cartellino, zero euro, proprio come è stato con Pogba ed Emre Can, e questo è sicuramente un bel vantaggio soprattutto guardando alle cifre, a volte folli, dei trasferimenti negli ultimi anni. Il secondo punto a favore della trattativa è la convinzione con cui Ramsey ha scelto i bianconeri, il centrocampista ha detto “sì” in tempi relativamente brevi e lo ha fatto perché dopo tanto tempo in Inghilterra passato a guardare le altre squadre vincere ora non ha più voglia di aspettare.

Le motivazioni personali vanno di pari passo con quelle tecniche, il gallese è l’uomo perfetto per il centrocampo di Allegri, completo come pochi e capace quindi di interpretare tutti i ruoli della mediana, unisce una grande quantità, il suo primo amore sportivo sono state le corse sulle lunghe distanze, ad una ottima tecnica individuale, calcia senza problemi con entrambi i piedi, senza contare che ha buon fiuto del gol e in previsione dell’addio di Khedira questo è un fattore molto importante.

Ramsey alla Juventus: i “contro” dell’affare

La Juventus con Ramsey ha fatto quindi un grande affare sia a livello economico che a livello sportivo, ma come tutte le medaglie anche questa ha un rovescio.

Pubblicità

Nell’analisi dell’affare va inserito anche qualche “contro” che appare comunque di argomentazione molto meno solida rispetto ai tanti “pro”. Tanto si è parlato dell’ingaggio, l’ormai quasi ex Arsenal percepirà otto milioni di euro a stagione (6,5 + 1,5 di bonus) balzando così al secondo posto della classifica dei più pagati in bianconero dopo Cristiano Ronaldo. Perché è un problema? Lo spogliatoio potrebbe non digerire la cosa ma va detto che in casa Juventus la società è solida e difficilmente la questione andrebbe a creare spaccature.

Poi sarà il campo a parlare e se il nuovo acquisto dimostrerà di valere quello stipendio nessuno fiaterà.

Il secondo punto oscuro potrebbe essere rappresentato dagli infortuni ma in questo caso sono i numeri a raccontare che in realtà il problema non esiste: il centrocampista ha avuto a che fare con un solo grande stop, la frattura di tibia e perone nel 2010, per il resto dal 2011 a oggi ha sempre giocato più di 30 partite all’anno, segnale evidente che nonostante qualche acciacco il fisico è più un punto di forza che un punto debole.

Pubblicità

Ramsey alla Juventus è orma cosa fatta, e dopo questa analisi non si può che affermare che sarà l’ennesimo colpo di mercato che renderà i bianconeri più forti.