La finestra invernale si è appena conclusa che già si pensa a quella estiva. I top club sono a lavoro per stilare la lista dei candidati adatti per rinforzare gli organici. Niccolò Ceccarini, direttore di Rmc Sport, nel suo editoriale per per Tuttomercatoweb, ha fatto il punto sui possibili affari dei più grandi club italiani. In primo luogo ha tracciato la probabile strategia della Juventus che dopo Aaron Ramsey, acquistato a gennaio, ma il cui approdo a Torino avverrà a giugno, sta già pensando ad ulteriori rinforzi per il centrocampo. A tal proposito in cima alla lista di Fabio Paratici c'è Paul Pogba, affare complicato ma non impossibile.

Da indiscrezioni emerge che Paulo Dybala viene considerato non incedibile e con il Real Madrid interessato alla "Joya" potrebbero aprirsi parecchie trattative: "Le prossime partite e soprattutto la Champions potranno dare risposte importanti anche sul suo futuro", questa la convinzione del giornalista che continuando puntualizza l'interesse dei campioni d'Italia per Marcelo e Isco e dunque uno scambio non sarebbe un'utopia. "Al momento è solo un'idea, ma a farla diventare un'ipotesi concreta non ci vuole molto". Per il restyling bianconero in difesa restano vive le piste che portano a Matthijs de Ligt e Stefan Savic, mentre Romero del Genoa, prenotato a gennaio potrebbe anticipare il suo sbarco a giugno 2019, invece che nel 2020 come concordato.

Capitolo Hamsik

Concluso il capitolo Juve, l'editorialista parla della vicenda Hamsik, il quale ha deciso di lasciare il Napoli per trasferirsi in Cina. I giochi erano quasi fatti, ma all'ultimo il suo trasferimento è stato rinviato. La società di De Laurentiis non ha intenzione di ostacolare il suo tesserato anche perché ci sono in ballo 20 milioni di euro per la società e 9 milioni di stipendio più bonus per il centrocampista.

Il Milan ha tentato fino all'ultimo giorno di acquistare Carrasco, con esito negativo, ora Leonardo e Maldini per l'estate stanno puntando su Saint Maximin del Nizza, il cui prezzo del cartellino è fissato sui 30 milioni, ma i rossoneri vorrebbero concludere adesso per 20 milioni di euro, emulando la trattativa che hanno fatto per Paquetà.

I francesi però non sembrano propensi a chiudere perché vorrebbero scatenare un'asta sotto l'ombrellone. L'ultima battuta riguarda Spalletti e la sua Inter che sta attraversando un momento negativo. Secondo Ceccarini, la permanenza del tecnico sulla panchina nerazzurra dipenderà dai risultati che si avranno tra febbraio e marzo.