L'Inter ha cominciato a muoversi con largo anticipo sul mercato in vista della prossima stagione. I nerazzurri saranno sicuramente i protagonisti indiscussi visto che saranno finalmente liberi dai vincoli del fair play finanziario e, dunque, potranno puntare anche a profili fino a qualche mese fa irraggiungibili. Il primo obiettivo sembra essere il centrocampista croato del Barcellona, Ivan Rakitic. I nerazzurri, infatti, vogliono rinforzarsi in quel reparto, essendo quello che ha mostrato maggiori carenze in questa stagione, soprattutto a livello qualitativo.

L'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, d'altronde, ha dichiarato più volte che si punterà a profili abituati a vincere e con una certa esperienza.

Rakitic primo obiettivo

Il primo obiettivo dell'Inter è Ivan Rakitic. Il centrocampista croato sembra essere in rotta con il Barcellona, che in quel ruolo ha già chiuso l'acquisto di De Jong dall'Ajax e avrebbe definito anche l'accordo con Adrien Rabiot, centrocampista francese in scadenza di contratto con il Paris Saint Germain. Il presidente dei blaugrana, Bartomeu, ha dichiarato di recente che non è possibile rinnovare il contratto di Rakitic, attualmente in scadenza a giugno 2021, accordo già rinnovato due anni fa. Il vice campione del mondo, però, vorrebbe un ritocco dell'ingaggio che, attualmente, è di poco superiore ai sei milioni di euro a stagione, con una clausola rescissoria che ammonta a centoventicinque milioni di euro.

Essendosi già cautelati con gli arrivi di De Jong e Rabiot, dunque, Rakitic non sarebbe più intoccabile per il club spagnolo, pronto a trattare la sua cessione nella prossima sessione di Calciomercato.

Le cifre

Il Barcellona ha aperto alla possibilità di trattare la cessione di Ivan Rakitic. Il prossimo anno i blaugrana saranno coperti in quel ruolo e stanno attuando una politica di ringiovanimento della rosa per aprire un nuovo ciclo vincente anche in campo europeo.

Il centrocampista croato, classe 1988, però, è alla ricerca dell'ultimo contratto importante. Contratto che l'Inter sembra pronto ad offrirgli, probabilmente alle stesse cifre offerte a Luka Modric la scorsa estate: ingaggio tra i nove e i dieci milioni di euro più eventuale chiusura della carriera in Cina con la maglia dello Jiangsu.

I catalani non alzeranno le barricate chiedendo il pagamento della clausola rescissoria ma non svenderanno neanche il proprio patrimonio. Per sedersi al tavolo delle trattative, infatti, i blaugrana chiederebbero circa settanta milioni di euro. Cifra abbordabile per l'Inter la prossima estate, essendo libera dai vincoli del fair play finanziario.