Il ritorno dei sedicesimi di Europa League vede l'Inter battere il Rapid Vienna 4-0 allo stadio Meazza di Milano e i nerazzurri qualificarsi agli ottavi di finale dopo il successo ottenuto per 1-0 nella gara di andata, giocata settimana scorsa. A decidere la gara sono state le reti di Matìas Vecino all'11', con il raddoppio arrivato poco dopo di Andrea Ranocchia al 18' mentre nella ripresa gol messi a segno d Perisic all'80' e Politano all'87'. Domani si terranno i sorteggi per stabilire quale sarà l'avversaria dell'Inter agli ottavi di finale, con l'andata che si giocherà il 7 marzo mentre la gara di ritorno è prevista per la settimana dopo, il 14 marzo.

La partita

Il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, non sottovaluta l’impegno e si affida praticamente ai titolarissimi, eccezion fatta per Mauro Icardi, ancora in tribuna. In mezzo al campo c’è ancora Brozovic con Vecino al suo fianco. Sulla trequarti viene scelto Candreva al posto di Politano, con Perisic e Nainggolan a completare il tridente alle spalle di Lautaro Martinez. Il tecnico del Rapid Vienna, Kuhbauer, si affida al 4-2-3-1 con Murg, l’ex Knasmuller e Ivan alle spalle dell’unica punta, che sarà Pavlovic.

Nel primo tempo i nerazzurri dominano e chiudono la partita nei primi venti minuti. All'11' è Matìas Vecino a trovare il gol del vantaggio di destro, con la palla che rimbalza sul palo e finisce in rete nonostante Lautaro Martinez fosse pronto al tap in vincente.

Al 18', poi, arriva il raddoppio siglato da Andrea Ranocchia con un grande tiro di destro al volo. La squadra di Spalletti sfiora in almeno altre due occasioni il 3-0, con Antonio Candreva in particolare che sbaglia un gol clamoroso a pochi metri dalla linea di porta.

Nella ripresa il registro non cambia, anche se il 3-0 arriva solo all'80' con Ivan Perisic, che parte sulla linea del fuorigioco, salta il portiere e con un cucchiaio evita anche l'intervento dei difensori avversari.

All'87', poi, è Matteo Politano a trovare il 4-0 su assist sempre di Perisic. Al 90' Nainggolan sfiora il gol al volo su assist di Perisic.

Le pagelle

Queste le pagelle del match appena concluso:

Handanovic 6: mai impegnato per tutto il corso della partita.

Cedric Soares 6,5: spinge tanto sulla fascia destra, non viene praticamente mai impensierito in fase difensiva.

Ranocchia 7: un grande gol per un giocatore che ha sempre mostrato attaccamento ai colori nerazzurri.

Skriniar 7,5: solita partita da muro del centrale slovacco.

Asamoah 6: partita senza grandi annotazioni per l'ex giocatore della Juventus.

Brozovic 7: pilastro in mezzo al campo, decisivo sia per dettare i tempi sia in fase di interdizione.

Vecino 6,5: buona prestazione per l'uruguaiano, che trova il gol che chiude il discorso qualificazione.

Candreva 5,5: un gol clamoroso sbagliato a pochi metri dalla linea di porta, ma anche alcuni appoggi sbagliati pesano sulla sua prestazione. Nella ripresa leggermente meglio.

Nainggolan 6: prestazione ordinata del belga.

Perisic 7,5: altra partita sontuosa dell'esterno croato, condita gol e assist.

Lautaro Martinez 6: bravo a giocare con i propri compagni, facendo salire la squadra. Non ha grandi chance in avanti.

Politano 7: entra bene in partita, con un gol e un paio di spunti interessanti.