La sconfitta in coppa Italia, ai calci di rigore contro la Lazio, continua a far male in casa Inter. Un ko pesante che ha messo in seria discussione il futuro del tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti. Il lavoro dell'ex allenatore della Roma è sotto gli occhi di tutti visto che con lui alla guida il club nerazzurro è tornato in Champions League dopo otto anni di assenza ed è tornato a respirare l'aria di vertice. Nelle ultime settimane, però, causa anche i risultati, il suo operato è finito al centro delle polemiche e il suo futuro sembra quasi segnato stando ai rumors riportati dalle varie testate giornalistiche.

Suning, infatti, ha intenzione di fare grandi investimenti la prossima estate, liberandosi dei vincoli del fair play finanziario, partendo dalla panchina visto che avrebbe individuato in Antonio Conte l'allenatore giusto per scucire lo scudetto dalle maglie della Juventus.

Suning vuole Conte

Il colosso di Nanchino vuole puntare tutto su Antonio Conte per la prossima stagione. Ad alimentare i rumors su un suo possibile approdo sulla panchina nerazzurra, inoltre, c'è il fatto che l'ex allenatore del Chelsea è stato beccato sotto la sede dell'Inter a poche ore dal match contro la Lazio di coppa Italia, giovedì pomeriggio. Il rapporto di Conte con Giuseppe Marotta è ottimo ed è stato ricostruito nel tempo, soprattutto nel periodo in cui il tecnico sedeva sulla panchina della Nazionale italiana, dopo le frizioni che portarono al divorzio ai tempi della Juventus.

Lo stesso Conte ha provato a smentire, dicendo che si trovava lì per caso, passeggiando per Milano, ma ormai tutti sono convinti che sarà lui il prossimo allenatore dell'Inter. Qualcuno aveva paventato che potesse arrivare perfino a stagione in corso ma ciò è impossibile alla luce del fatto che c'è una causa in corso con il Chelsea e che vede in ballo oltre venti milioni di euro.

La rivoluzione di Conte

Antonio Conte che, in caso di arrivo, avrà intenzione molto probabilmente di cambiare radicalmente la rosa a sua disposizione, in particolar modo a centrocampo. E' quello, infatti, il ruolo che ha mostrato maggiori carenze in questa stagione, con il grande acquisto di questa estate, Radja Nainggolan, che avrebbe dovuto dare quel qualcosa in più e che, invece, fino ad ora ha deluso le aspettative.

Inoltre dovrebbero lasciare Milano Roberto Gagliardini, che piace molto alla Fiorentina, e Joao Mario, il cui futuro potrebbe essere in Cina o in Premier League.

In entrata è fatta per Diego Godin, che arriverà a parametro zero essendo in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid. A centrocampo è molto vicino Nicolò Barella, le cui caratteristiche potrebbero sposarsi benissimo con il modulo di Conte. Occhio al grande colpo, con i nomi di Luka Modric e Sergej Milinkovic-Savic in cima alla lista dell'amministratore delegato, Giuseppe Marotta.

In attacco l'obiettivo numero uno è Federico Chiesa. L'attaccante della Fiorentina è stato seguito dal dirigente nerazzurro anche lo scorso anno quando era alla Juventus. L'interesse dei viola per Gagliardini potrebbe favorire il buon esito della trattativa.