La sconfitta maturata in Coppa Italia contro l'Atalanta ha fatto scattare un campanello d'allarme importante in casa Juventus. L'altra sera a Bergamo la sconfitta è stata netta ed ha stupito come una squadra con un organico superiore si sia arresa ad avversari intraprendenti, ma sicuramente di livello tecnico inferiore. La debacle ha allarmato anche il presidente Andrea Agnelli che ieri si è recato alla Continassa per parlare con la squadra. Certo il numero uno della dirigenza è solito fare visita ai suoi tesserati, ma questa volta ci saranno stati più argomenti da trattare.

Nello sciagurato quarto di finale i bianconeri, ritenuti fino a quel momento dei marziani, sono improvvisamente diventati umani e con tanti punti deboli. Cristiano Ronaldo con pochi rifornimenti si è uniformato al gruppo. Infatti ha concluso solo nove passaggi positivi e in generale il portoghese, a guardare i numeri con la Juventus, è diventato meno pericoloso. Al Real Madrid nelle ultime quattro stagioni ha avuto 1,2 - 1,5 occasioni a gara, ora arriva a 1.

Alla Juve manca un vice Pjanic

Il 2019 anche per il portoghese non è iniziato nel migliore dei modi.

Infatti ha segnato soltanto due gol. Uno dei punti di forza dei bianconeri è stata da sempre la difesa. La BBC che ha contribuito decisamente alla conquista dei 7 scudetti alzando una barriera invalicabile, oggi si è sgretolata sotto i colpi degli infortuni. Con Chiellini e Bonucci in preda ad acciacchi fisici e Benatia volato in Qatar, il conte Max ha dovuto adattare De Sciglio nel ruolo di centrale con il risultato di incassare tre gol. In vista della delicata trasferta al Wanda Matropolitano dove la Juventus sfiderà l'Atletico Madrid per gli ottavi di finale c’è da aggiungere l'emergenza a centrocampo, i cui cinque protagonisti non sono al top della condizione.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Serie A

L'assenza di Miralem Pjanic ha pesato molto sulle cattive prestazioni del gruppo perché in rosa non c’è nessuno che possa sostituirlo degnamente in cabina di regia. Infatti sia Emre Can che Bentancur non sono alla sua altezza. Allegri dopo il match contro la Lazio ha manifestato l'idea di tornare ad un centrocampo a due, ma poi in Coppa ha riconfermato quello a tre, questa volta sbagliando. Contro il Parma per fortuna il bosniaco tornerà a disposizione, ma questi quattro mesi che mancano alla fine della stagione non saranno semplici per i bianconeri che in qualche reparto presentano delle lacune.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto