Dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, la Juventus incappa in un clamoroso pareggio casalingo contro il Parma (3-3), frutto di una condotta sciagurata dell'ultima parte di gara: non è bastata la doppietta del solito Cristiano Ronaldo per mascherare le evidenti falle nella difesa. L'inedito duo Caceres-Rugani, però, non può essere l'unico colpevole della 'remuntada' emiliana: tutta la squadra deve assumersi le proprie responsabilità per aver letteralmente 'regalato' al Parma la possibilità di recuperare una partita che la Juventus aveva già messo in tasca.

Intanto si discute sul 'caso Dybala': l'argentino non sta vivendo un buon momento e, per giunta, ieri ha preso la via degli spogliatoi ancora prima del fischio finale di Juventus-Parma.

Juventus-Parma, non basta un grande Cristiano Ronaldo

Il giornalista Mario Sconcerti, al termine del match, parla di 'fase difensiva' come problema principale dell'attuale Juventus, non di singoli difensori: dunque, gli infortuni di Bonucci e Chiellini non possono essere le uniche ragioni dei sei gol presi in 180 minuti, tra Coppa Italia e campionato.

La Juventus deve tornare ad essere quella prima della sosta, sostiene Sconcerti, in modo da preparare al meglio il doppio confronto con l'Atletico Madrid in Champions League. C'è chi parla anche di 'carichi di lavoro' che avrebbero appesantito le gambe dei bianconeri, anche se Pavel Nedved non vuole sentirne parlare: 'I carichi di lavoro ci sono sempre stati - ha dichiarato il dirigente bianconero prima di Juventus-Parma - ci alleniamo normalmente, stiamo bene, a volte sei più brillante, altre volte no'.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Allegri minimizza il 'caso Dybala'

Allegri cerca di non dar troppo peso all'amaro pareggio casalingo contro il Parma e, sottolineando il fatto che sia una rarità che la Juve prenda sei gol in due partite, ci tiene a precisare: le reti 'ce le siamo anche fatte per conto nostro'. Il tecnico della Juventus, però, non è preoccupato per i tanti gol subiti: basta lavorare un po' sulla fase difensiva, essere un po' meno 'pigri' e un po' più 'disponibili'.

Resta da chiarire anche quanto successo poco prima del fischio finale di Juventus-Parma, con Paulo Dybala che, dopo la terza sostituzione (Emre Can per l'infortunato Bernardeschi) ha deciso di recarsi anzitempo negli spogliatoi, scuro in viso. Interpellato sull'argomento, Allegri minimizza: 'Dybala? Non me sono nemmeno accorto, si vede che avrà avuto freddo'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto