L'Inter inizia il suo secondo cammino europeo. Dopo l'uscita di scena in Champions League che ha lasciato non pochi rimpianti, considerato che è avvenuta per la mancata vittoria casalinga contro il PSV Eindhoven, fanalino di coda del girone, i nerazzurri di Luciano Spalletti debuttano in Europa League. Avversario di turno per i sedicesimi di finale è il Rapid Vienna, club certamente tra i più blasonati in Austria (32 volte campione nazionale) che però non vince il titolo dal 2008 e sta vivendo una stagione difficile. Sulla carta l'Inter è favorita, ma ovviamente il momento altalenante di Icardi e compagni obbliga a non dormire sonni tranquilli.

Pubblicità
Pubblicità

Match in diretta tv e streaming

Il match Rapid Vienna-Inter, valido per l'andata dei sedicesimi di finale del torneo, si disputa sul terreno dell'Allianz Stadion della capitale austriaca giovedì 14 febbraio. L'impianto è decisamente moderno e sorge dal 2016 sul luogo dello storico Gerhard Hanappi Stadion che ospitò le gare del Rapid dal 1977 al 2014. La partita viene trasmessa in diretta tv per tutti gli abbonati Sky su Sky Sport Uno, calcio d'inizio alle ore 18.55. Va inoltre in live streaming tramite l'applicazione SkyGo per pc, smartphone e qualunque altro dispositivo mobile.

Giovedì 14 febbraio l'Inter fa visita al Rapid Vienna per l'andata dei 16esimi di Europa League
Giovedì 14 febbraio l'Inter fa visita al Rapid Vienna per l'andata dei 16esimi di Europa League

Skriniar e Brozovic out per squalifica

Due assenze importanti tra le file dell'Inter, mancheranno gli squalificati Skriniar e Brozovic. Al loro posto dovrebbero giocare Miranda e Borja Valero. Dovrebbe tornare Politano dal 1', il nodo da sciogliere riguarda la fascia destra in difesa, ma tutto lascia pensare che Spalletti getti subito nella mischia l'ultimo arrivato, il portoghese Cedric Soares. Ricordiamo inoltre che Dalbert, Joao Mario e Gagliardini sono stati esclusi dalla lista Uefa.

Pubblicità

Dunque, la formazione anti-Rapid non dovrebbe discostarsi dal canonico 4-2-3-1 con Handanovic in porta, Cedric ed Asamoah esterni, Miranda e de Vrij difensori centrali. In mediana, Borja Valero dovrebbe affiancare Vecino, mentre sulla trequarti Politano, Nainggolan e Perisic supporteranno il terminale offensivo, Mauro Icardi.

Precedenti: la Coppa Uefa della stagione 1990/91

C'è un solo incrocio ufficiale tra i due club nelle coppe europee e risale alla Coppa Uefa edizione 1990/91.

Nella circostanza Rapid Vienna ed Inter furono avversarie nel primo turno della competizione, in Austria vinse la formazione locale con il punteggio di 2-1, Pfeifenberger e Keglevits rimontarono l'iniziale vantaggio nerazzurro realizzato dopo appena 5' da Lothar Matthaeus. Il match di ritorno si disputò allo stadio 'Bentegodi' di Verona, il 'Meazza' era infatti squalificato. L'Inter vinse 3-1 dopo i tempi supplementari: si portò sul 2-0 grazie alla doppietta di Nicola Berti, ma il successivo gol di Weber costrinse le squadre all'overtime, durante il quale Jurgen Klinsmann mise a segno il gol-qualificazione.

Pubblicità

Un precedente molto incoraggiante, considerato che i nerazzurri guidati da Giovanni Trapattoni avrebbero sollevato in quella stagione la prima delle tre Coppe Uefa vinte nella sua storia dalla Beneamata.

Leggi tutto e guarda il video