Genoa-Torino (diretta tv su Sky) di sabato alle 15 è una sfida fondamentale sia per Prandelli che per Mazzarri. I due allenatori hanno bisogno di punti per inseguire rispettivamente la salvezza, in cui il Grifone rischia di piombare dopo una serie negativa di risultati, e l’Europa, tornata ad essere obiettivo reale per i granata. I due tecnici puntano forte sui propri bomber, Belotti rientra dalla squalifica, mentre Sanabria approfitta dell’assenza per squalifica di Pandev per essere di nuovo titolare.

A spingere il Grifone questa volta non ci sarà la Gradinata Nord, i tifosi hanno infatti deciso di lasciare vuoto il settore più caldo dello stadio per protesta contro il presidente Preziosi invitato caldamente a passare la mano il prima possibile.

Genoa e Torino a caccia del bottino pieno

Genoa-Torino sarà quindi un match fondamentale tra due squadre che non stanno attraversando un periodo molto brillante.

I rossoblu sono reduci dalla sconfitta 2-0 nel derby che ha portato i tifosi a contestare aspramente la squadra. La stracittadina è stato il campanello di allarme finale di un periodo negativo con che tre sconfitte e un pareggio nell’ultimo mese dopo l’impresa contro la Juventus. Prandelli è stato confermato da Preziosi fino alla fine della stagione ma deve porre fine alla caduta del Grifone che ora è solo cinque punti sopra la zona retrocessione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Genoa Torino Calcio

La vittoria servirebbe e non poco anche al Toro di Mazzarri che nelle ultime cinque ha collezionato una vittoria, tre pareggi e una sconfitta. Il ruolino di marcia non esaltante non ha però tagliato fuori dalla lotta per l’Europa i granata che guardano da vicino il sesto posto distante solamente tre punti.

Genoa-Torino: le probabili formazioni

Genoa-Torino si avvicina e i due tecnici studiano le formazioni. Prandelli dovrebbe confermare la difesa a tre vista nel derby anche se in settimana ha provato la linea a quattro, un’alternativa a partita in corso.

Davanti a Radu con Biraschi squalificato torna Zukanovic, a completare il terzetto Romero al centro e Criscito a sinistra. Il periodo grigio non impedirà a Pereira di presidiare la fascia sinistra mentre dall’altra parte ci sarà Lazovic. Tanti sono i dubbi rossoblu in mediana, la buona notizia è il ritorno di Sturaro che al momento è in ballottaggio con Bessa per un posto da titolare. Anche sulle altre due caselle del centrocampo non ci sono certezze, Radovanovic e Rolon sono in vantaggio su Veloso e Lerager ma i nodi verranno sciolti solamente a poche ore dal match.

Già scelta la coppia offensiva, vicino a Kouame giocherà Sanabria che è pronto a riprendersi il posto da titolare approfittando della squalifica di Goran Pandev.

Mazzarri punta forte sul ritorno di Belotti per dare la caccia all’Europa. Il Gallo rientra dal primo minuto e sarà sostenuto da Berenguer, in campo viste le assenze per infortunio di Iago Falque e per squalifica di Zaza, e Baselli. Il terzetto difensivo davanti a Sirigu sarà composto da N’Koulou e dagli ex Izzo e Moretti, quest’ultimo favorito su Djidji.

In dubbio la presenza di Lorenzo De Silvestri, l’ex Sampdoria potrebbe farcela ma se così non dovesse essere a destra giocherà Ola Aina mentre a sinistra è confermato Ansaldi. L’ultimo dubbio della vigilia in casa granata è chi giocherà a centrocampo con Rincon con Meitè in leggero vantaggio su Lukic. Di seguito lo schema con le probabili formazioni di Genoa-Torino:

Genoa (3-5-2) Radu; Zukanovic, Romero, Criscito; Lazovic, Rolon, Radovanovic, Bessa, Pereira; Kouamé, Sanabria. All. Prandelli

Torino (3-4-2-1) Sirigu; Izzo, N’koulou, Moretti; De Silvestri, Meitè, Rincon, Ansalid; Baselli, Berenguer; Belotti. All. Mazzarri.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto