Simone Inzaghi balza in prima posizione nella corsa per diventare il nuovo allenatore della Juventus, alle sue spalle al momento ci sono Maurizio Sarri e Sinisa Mihajlovic mentre, dopo il “no” di Guardiola e lo stop di Agnelli per Conte, anche Pochettino sembra essere una pista molto difficile da praticare.

Secondo la Gazzetta dello Sport e il Corriere dello Sport in edicola oggi, sarebbe l’attuale tecnico della Lazio il nome più caldo per iniziare il nuovo ciclo in casa bianconera.

Pubblicità
Pubblicità

Fabio Paratici e Andrea Agnelli hanno grande stima del tecnico che con la Lazio ha vinto una Supercoppa Italiana, strappata proprio alla Juve, e la Coppa Italia qualche giorno fa contro l’Atalanta. I primi contatti tra le parti sarebbero già stati avviati ma ci sarebbe un ostacolo da superare. Simone Inzaghi, prima di poter dire sì alla Vecchia Signora, dovrebbe liberarsi della Lazio con cui ha un contratto fino al 2020 e trattare con Lotito, si sa, non è mai molto semplice.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Juventus Calciomercato

Juventus: per il nuovo allenatore oltre a Inzaghi ci sono Mihajlovic e Sarri

La Gazzetta dello Sport ha individuato altri due candidati per essere il nuovo allenatore della Juventus. Il primo è un nome molto chiacchierato come quello di Maurizio Sarri. Il suo rapporto con il Chelsea è abbastanza logoro, anche vincendo l’Europa League non sarebbe sicuro di restare e così l’ex Napoli si starebbe guardando intorno. Piace alla Roma, che sonda anche Allegri, ma i bianconeri ci stanno facendo un pensiero, consapevoli del fatto che i tifosi non sarebbero di certo entusiasti, proprio come successe cinque anni fa con Massimiliano Allegri.

Pubblicità

La rosea inserisce nella lista dei candidati anche Sinisa Mihajlovic, sergente di ferro, che ha trascinato a suon di risultati il Bologna ad una salvezza tranquilla quando tutto sembrava perduto. Tra i tanti nomi fatti è quello con meno esperienza internazionale in panchina, ma ha carattere e “fame”, per ora è un outsider ma nel calcio non si sa mai cosa può succedere. Resta invece un candidato forte Didier Deschamps. I profili analizzati sono tanti e alcuni o sono già stati scartati, come Antonio Conte, oppure hanno rifiutato il corteggiamento come Pep Guardiola.

Non sarà il nuovo allenatore della Juventus anche Mauricio Pochettino che ha richieste altissime e soprattutto fino alla finale di Champions League è concentrato solo sul Tottenham.

Oggi intanto allo Juventus Stadium ci sarà il saluto dei tifosi bianconeri a Massimiliano Allegri, stasera contro l'Atalanta sarà la sua ultima gara casalinga con i bianconeri, stesso destino per Andrea Barzagli. I due se ne andranno da trionfatori subito aver alzato per la quinta volta di fila la coppa per lo Scudetto conquistato.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto